Salute e sicurezza Alimentare: la Commissione pubblica il programma audit 2024

Salute e sicurezza Alimentare: la Commissione pubblica il programma audit 2024

In Italia saranno monitorati il contrasto all'AMR, l'aviaria, i mangimi, i prodotti della pesca, i controlli su prodotti extra UE, la salute delle piante

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

29

Novembre
2023

A cura della Redazione F&T

La Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare ha annunciato gli audit e i controlli che verranno effettuati negli Stati Membri per valutare i sistemi di controllo sulla sicurezza degli alimenti e dei mangimi, sulla qualità degli alimenti, sulla salute e il benessere degli animali. 
Il programma 2024 elaborato della Direzione contiene i dettagli dei controlli pianificati e descrive le attività previste. In Italia verranno condotti 6 audit, 1 controllo e 2 studi conoscitivi. Saranno monitorati il contrasto alla resistenza antimicrobica, l'influenza aviaria, la sicurezza dei mangimi, i prodotti della pesca, i controlli ufficiali eseguiti su animali e merci che entrano nell'UE da Paesi terzi.
Gli ispettori condurranno anche uno studio conoscitivo sul benessere dei tacchini in allevamento e sulla Brucellosi.

Studi conoscitivi

In Italia sarà condotto uno studio conoscitivo sull'influenza aviaria in tema One Health per raccogliere e valutare informazioni sui meccanismi di collaborazione tra le autorità sanitarie pubbliche e animali per garantire un rapido allarme in caso di spillover, con l'obiettivo di informare la Commissione Europea sulle strategie di sanità pubblica. Lo studio verrà condotto in Belgio, Italia, Polonia, Portogallo.

AMR

La DG Sante verificherà anche l'adeguatezza dei controlli sul Regolamento (UE) 2019/6 per verificare il contrasto alla resistenza antimicrobica e l’adesione all’elenco degli antimicrobici riservati ai medicinali veterinari uso umano. Le verifiche saranno effettuate in Italia, la Grecia, Olanda.

Influenza aviaria

Nel nostro Paese gli ispettori della Commissione effettueranno un audit anche sull'influenza aviaria ad alta patogenicità. L'audit, che si terrà anche in Belgio, Polonia e Portogallo, rientra nell'ambito di indagine relativo alle malattie di categoria A ai sensi della normativa sulla sanità animale.
Gli ispettori verificheranno il rispetto da parte degli Stati membri della legislazione UE che disciplina il controllo della malattia e l'attuazione dei relativi controlli ufficiali.

Malattie categoria B e C (Brucellosi)

La DG Sante monitorerà, tramite un controllo, l’applicazione in Italia dei requisiti del Regolamento di esecuzione 2021/620 del Consiglio in merito alla Brucellosi. Sarà compito degli ispettori verificare l’affidabilità delle dichiarazioni degli Stati membri sull’assenza di malattie e sulla loro attuazione dei programmi di eradicazione.
Verranno sottoposti dei questionari periodici e effettuati fino a tre controlli all'anno per un periodo di 7-10 anni.

Benessere dei tacchini in allevamento

L'Italia ospiterà gli ispettori europei nel corso di uno studio conoscitivo sul benessere dei tacchini negli allevamenti. Il progetto si svilupperà in ricerche bibliografiche, questionari, scambi di opinioni con gli Stati membri, studi conoscitivi ed eventualmente visite tecniche.
Lo studio verrà effettuato anche in Francia e Germania.

Sicurezza dei mangimi

L'audit, che verrà condotto in Italia, Irlanda e Polonia, mira a verificare la conformità degli Stati membri alla legislazione UE che disciplina la manipolazione, l'uso e lo smaltimento dei sottoprodotti di origine animale (ABP) e dei prodotti derivati ​​(DP) generati nell'UE o immessi sul mercato dell'UE e l'attuazione dei controlli ufficiali.

Alimenti di Origine Animale - Prodotti della pesca

Gli ispettori europei verificheranno il rispetto della normativa UE applicabile in materia di sicurezza alimentare che disciplina la produzione e l'immissione sul mercato dei prodotti della pesca e l'attuazione dei relativi controlli ufficiali. La valutazione verrà condotta anche in Estonia, Francia, Polonia e Portogallo.

Ingresso nell'Unione

In Italia verranno condotte verifiche sul rispetto degli obblighi riguardo all'esecuzione di controlli ufficiali su animali e merci che entrano nell'UE da Paesi terzi, come stabilito in particolare nel Regolamento (UE) 2017/625  e relativi atti delegati e di esecuzione, e verificare quindi che tali animali e merci siano conformi ai requisiti generali e specifici dell’UE applicabili per l’ingresso nell’Unione.

Salute delle piante

La DG Sante ha disposto che in Italia, Grecia e Romania venga effettuata anche una verifica sul rispetto da parte degli Stati membri della legislazione UE applicabile che disciplina il controllo degli organismi nocivi alle piante dell'UE riscontrati sul territorio, e l'attuazione dei controlli ufficiali. 

Gli ambiti di verifica che verranno condotti negli Stati membri sono stati selezionati in relazione agli obblighi giuridici in capo alla Commissione, alla valutazione dei rischi e alle priorità politiche tra cui la strategia Farm To Fork.

Health and food audits and analysis programme 2024 →

Fonte: anmvioggi.it

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: