Plasmon elimina le etichette dai vasetti di vetro: 12 tonnellate di carta in meno

Plasmon elimina le etichette dai vasetti di vetro: 12 tonnellate di carta in meno

L'iniziativa per gli omogeneizzati di frutta semplificherà anche la raccolta differenziata

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

07

Dicembre
2023

A cura della Redazione F&T

Plasmon elimina le etichette dal vasetto degli omogeneizzati di frutta, evitando così di immettere sul mercato ogni anno oltre 12.000 kg di carta, permettendo anche ai consumatori di fare la raccolta differenziata più facilmente: una volta consumato, il vasetto potrà essere buttato direttamente nel vetro. Le diciture legali e le tabelle nutrizionali rimarranno sul cartoncino esterno, mentre il gusto si potrà trovare anche sul tappo di ogni singolo vasetto.

Plasmon punta sulla sostenibilità: da poco, sugli scaffali sono presenti le nuove creme cereali in una confezione riciclabile e richiudibile. Nel 2021 l’azienda lanciò anche il primo prodotto dedicato ai più piccoli realizzato interamente in polipropilene,
un materiale che, se raccolto e separato correttamente, può essere riciclato.

“Plasmon è già arrivato negli anni scorsi al 97% di packaging completamente riciclabile immesso nel mercato italiano. Da oggi, non solo vogliamo produrre confezioni riciclabili, ma immettere sul mercato sempre meno materiale e ridurre così il nostro impatto", spiega in una nota Elisa Cavestro, Head of Portfolio & Innovation First Food di Plasmon.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: