Il

Il "green pack" di Goglio per Riso Gallo

Nasce il materiale multistrato riciclabile per il confezionamento sottovuoto del riso

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

18

Maggio
2021

Il produttore di packaging flessibile Goglio ha lanciato il nuovo imballo eco sostenibile, riciclabile e a basso impatto ambientale per il confezionamento del riso sottovuoto. Si tratta, fa sapere l'azienda, del primo caso di applicazione nel settore di un materiale multistrato suitable for recycling, come attestato dall’ente indipendente tedesco Cyclos che ne ha dichiarato a tutti gli effetti la riciclabilità. Questo risultato deriva dall’incontro fra Riso Gallo, che ha commissionato il progetto e sarà la prima azienda ad adottare questo materiale per il confezionamento, e l'impegno di Goglio nella ricerca e sviluppo di soluzioni innovative per l’imballaggio.

"Abbiamo seguito da vicino e con molto interesse questo progetto - ha dichiarato, Giorgio Quagliuolo, Presidente di Corepla, Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica - che rappresenta un perfetto esempio di cosa significhi innovare in modo sostenibile e fare eco-design, pensando fin dall’origine l’imballaggio in funzione del suo riciclo".

L’imballo, che ha richiesto oltre un anno di analisi, test e investimenti economici, è stato realizzato all’interno del laboratorio ricerca e sviluppo di Goglio. L'azienda spiega che è costituito da un materiale che garantisce la medesima resistenza, capacità di conservazione e livelli qualitativi delle soluzioni attualmente sul mercato, ed è formato da un duplice laccato barriera trasparente, un laminato poliolefinico composto da una struttura di polipropilene e una struttura di polietilene. Grazie a questa composizione, il prodotto è in grado di essere riconosciuto come materiale poliolefinico dai moderni impianti di riciclo e correttamente recuperato, a differenza di quanto avviene con gli imballi multistrato attualmente utilizzati per il confezionamento del riso sottovuoto, che sono invece smaltiti come rifiuti comuni.

Riso Gallo, che sarà la prima azienda ad adottare questo packaging per i propri prodotti, utilizzerà il nuovo materiale su una delle linee automatiche di confezionamento Goglio in funzione presso l’impianto produttivo di Robbio Lomellina (PV) per l’imballo di referenze al momento commercializzate prevalentemente all’estero.


Condividi su: