Emergenza acqua per 3 miliardi di persone nelle zone agricole

Emergenza acqua per 3 miliardi di persone nelle zone agricole

FAO: -20% le acque potabili in soli 20 anni. Sempre più lontano l'obiettivo "fame zero"

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

01

Dicembre
2020

Oltre tre miliardi di persone vivono in zone agricole colpite da livelli alti o estremamente alti di carenza idrica e scarsità di risorse idriche; di questi, quasi la metà deve fare i conti con gravi costrizioni.

Negli ultimi vent'anni in tutto il mondo le riserve di acqua dolce sono diminuite di oltre il 20%, a sottolineare l'importanza di produrre di più con un minor dispendio di risorse, soprattutto nel settore agricolo, che tra i settori produttivi è il principale consumatore d'acqua. È quanto si legge nel rapporto FAO dal titolo Lo Stato dell'alimentazione e dell'agricoltura (SOFA) 2020, pubblicato dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura.

Il SOFA precisa che il conseguimento degli impegni assunti a livello internazionale con riferimento agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, compreso l'obiettivo 2 Fame zero, è ancora possibile "soltanto se si garantirà un uso produttivo e sostenibile dell'acqua dolce e dell'acqua piovana in agricoltura", un settore che concorre a oltre il 70% dei prelievi di risorse idriche a livello globale.

Photo by Yoann Boyer


Condividi su: