Agricola Moderna: finanziamento per l’impianto di vertical farming

Agricola Moderna: finanziamento per l’impianto di vertical farming

Intesa Sanpaolo con Garanzia SACE stanzia 10 milioni di euro per l’implementazione tecnologica dell'impianto in costruzione ad Agnadello

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

10

Agosto
2023

A cura della Redazione F&T

Agricola Moderna, azienda innovativa tra le prime a lanciare sul mercato italiano prodotti coltivati in agricoltura verticale, ha ricevuto un finanziamento di 10 milioni di euro da Intesa Sanpaolo, assistito dalla Garanzia Green di SACE. La disponibilità di nuovi capitali permetterà l’implementazione tecnologica dell'impianto di vertical farming in costruzione ad Agnadello (CR), operativo a partire da settembre del 2024.

Il nuovo stabilimento racchiuderà l’intera filiera produttiva su un’area di circa 9mila m2 di cui 2mila destinati alla coltivazione per una superficie totale di coltivazione, su più livelli, di 11mila m2.

La produzione sarà di oltre 900 tonnellate all’anno, in media 2,5 al giorno, di ortaggi a foglia tra insalate teen leaf e aromatiche pronte al consumo.

L'impianto di Agnadello rappresenterà un esempio di innovazione del settore agritech dove ricerca e sviluppo saranno strumenti imprescindibili per offrire un prodotto di qualità ai consumatori e per ottimizzare i processi produttivi nel rispetto dell'ambiente.

L'impianto infatti sarà alimentato al 100% da fonti rinnovabili e automatizzato, tutto sarà realizzato all'interno dello stabilimento: dalla semina al confezionamento dei prodotti, per proporre alimenti freschissimi e incontaminati.

Agricola Moderna, nata a Milano nel 2018 dall'idea dei due founder Pierluigi Giuliani e Benjamin Franchetti, è una delle imprese pioniere nel mercato italiano dell'agricoltura verticale. Nel 2019 parte la sperimentazione con l’impianto pilota che sorge a Melzo, alle porte di Milano. Dal 2020 inizia la distribuzione dei propri prodotti in tutto il territorio lombardo, attraverso GDO ed e-commerce specializzato.

“Il consumatore sarà il primo a toccare il prodotto. Il nuovo stabilimento - dichiara Benjamin Franchetti - avrà migliaia di sensori e sarà gestito attraverso sistemi di AI. Il nostro obiettivo è quello di approcciare il mondo agricolo in modo sistematico: perfezionare i processi ed eliminare gli sprechi e la chimica dannosa all’ambiente e all’uomo. In Agricola Moderna ci impegniamo quotidianamente affinché gli sprechi siano ridotti al minimo lungo tutta la filiera produttiva. Risparmieremo circa il 95% di acqua e di terreno e renderemo il processo sempre più circolare: l’acqua evaporata dalle piante, ad esempio, non verrà sprecata ma analizzata, reintegrata dei sali minerali e reintrodotta nel sistema.”

“Il finanziamento di Intesa Sanpaolo con il supporto della Garanzia Green di SACE - sostiene Pierluigi Giuliani - è il tassello finale che ci permetterà di completare il nostro progetto di vertical farming. La fattoria di Agnadello è un nuovo punto di partenza per distribuire i nostri prodotti in tutta Italia. In futuro vogliamo aprirci anche ai mercati internazionali con nuovi impianti oltre che in Italia anche in Europa.”

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: