A Rimini c'è un Ecomondo, l'esposizione delle tecnologie green

A Rimini c'è un Ecomondo, l'esposizione delle tecnologie green

Dal 7 al 10 novembre la 26ª edizione della fiera sulla transizione con 1.500 espositori e 300 buyer esteri. MASE: focus educazione ambientale ed economia circolare

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Novembre
2023

A cura della Redazione F&T

Gli organizzatori di Italian Exhibition Group la definiscono l'edizione più grande di sempre: stiamo parlando di Ecomondo, la manifestazione dedicata alle tecnologie dell’economia circolare, che si tiene in Fiera a Rimini dal 7 al 10 novembre 2023.
Attesi oltre 1.500 brand espositori (+10% rispetto al 2022) per la 26ª edizione della manifestazione b2b2g di IEG, per la prima volta a tutto quartiere, dopo lo spin-off di KEY, salone delle fonti di energia rinnovabili avvenuto a marzo di quest’anno. Sono perciò oltre 150mila i metri quadrati lordi di esposizione.
Più di 300 i buyer confermati che parteciperanno ad incontri d’affari con gli espositori di Ecomondo, grazie al supporto del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e di ICE Agenzia che collaborano al network di oltre 20 regional advisor di IEG.
I buyer provengono da Europa, Nord Africa, Africa Subsahariana, America Latina, Est Europa, Canada, Stati Uniti e India.

A Rimini saranno anche presenti 30 delegazioni con circa 280 professionisti in rappresentanza di associazioni industriali, enti governativi, cluster, camere di commercio, istituzioni provenienti da Nord Africa, Africa Subsahariana, America Latina, Europa ed Est Europa.

Saranno circa 170 gli eventi nelle quattro giornate di manifestazione, 70 dei quali dal taglio scientifico, economico, tecnico e di scenario con la regia del Comitato tecnico scientifico in collaborazione con i principali partner istituzionali e tecnici della manifestazione, assieme al board internazionale che conta esperti di Commissione europea, OCSE, FAO, UfM, EEA, ISWA.

Anche quest’anno Ecomondo sarà aperta dagli Stati Generali della Green Economy, curati dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile e promossi dal Consiglio nazionale composto da 65 organizzazioni di imprese della green economy in Italia, in collaborazione con il MASE.

Le aree espositive

Sei le macroaree tematiche di Ecomondo:

  • Waste as Resource
  • Sites & Soil Restoration
  • Circular & Regenerative Bio-economy
  • Bio-Energy & Agroecology
  • Water Cycle & Blue Economy
  • Environmental Monitoring & Control.

Focus quindi su valorizzazione dei rifiuti in risorse, rigenerazione dei suoli e degli ecosistemi agro-forestali e alimentari, energia ottenuta dalle biomasse, uso dei rifiuti come materie prime seconde.
E ancora: l’intero ciclo idrico integrato e il monitoraggio ambientale, la tutela dei mari e degli ambienti acquei nella loro funzione essenziale per il sostentamento alimentare e le attività economiche dell’uomo: questa l’articolazione espositiva con cui IEG presenterà al mercato le più innovative tecnologie per la competitività sostenibile.

Quattro i nuovi distretti espositivi, dedicati al tessile, alla carta, all’innovazione, con l’area per le start up, lo sportello green jobs & skills, e il grande spazio che sarà dedicato alla blue economy: dai desalinizzatori alle tecnologie per la filiera alimentare, alla gestione delle risorse idriche; dalla captazione alla restituzione e riuso in collaborazione con Utilitalia.

Bio cities: circolari e salubri

I calendari di Ecomondo e KEY si sono separati, ma la città smart che tradizionalmente è il punto di caduta delle energie rinnovabili si può declinare anche sotto le voci "sostenibilità" e "salubrità". Lo fa il progetto Circular and Healthy Cities: con la rigenerazione della città, il suo rinverdimento e l’efficientamento nella gestione delle sue risorse idriche, del cibo, delle acque reflue e dei rifiuti.

Ecomondo e le start up

Ecomondo come incubatore e facilitatore di progetti innovativi: riconfermata e potenziata l'area Start Up e Scale-Up Innovation nel nuovo ingresso Est.  Nell’edizione 2023, sono 20 le start-up selezionate.
IEG promuove l’iniziativa con ICE Agenzia e ha come main partner ART-ER (Attrattività Ricerca Territorio, agenzia regionale dell’Emilia-Romagna) e Confindustria, a cui si aggiunge la collaborazione con ANGI per valorizzare le imprese degli startupper.
Debuttano quest’anno il premio per le tre start-up a più alto potenziale innovativo scelte da un giurì scientifico, e il premio per gli innovatori green intitolato alla memoria del presidente di IEG Lorenzo Cagnoni che verrà assegnato alle tre aziende espositrici più innovative.
E poi spazio a mestieri e competenze di domani: Ecomondo apre "E23 Green Jobs & Skills"a, punto di incontro tra domanda e offerta, sulla base dell’effettivo fabbisogno delle aziende espositrici che potranno incontrare i candidati e le candidate che saranno individuati all’interno della piattaforma digitale Green Tech Insights di cui fa parte tutta la community di Ecomondo e dei suoi partner.

Blue economy, circolare e rigenerativa

Dalla pesca e acquacoltura, alla rigenerazione dei porti e delle coste, alle tecnologie di desalinizzazione delle acque marine: l’economia blu includerà tutti i settori economici, tradizionali ed emergenti, legati alla valorizzazione delle risorse marine italiane e del Mediterraneo.

Per l’edizione 2023, Ecomondo esplora temi di frontiera. Millennials e Generazione Z mostrano una forte sensibilità per la tutela dell’ambiente e la manifestazione di IEG rappresenta una piattaforma di idee per dare forma alla ricerca tecnologica di oggi, creare i lavori di domani.
Scambio di conoscenze, accesso ai bandi di ricerca, finanziamenti europei: Ecomondo si rivolge alle nuove generazioni per renderle partecipi della transizione ecologica.
Ma c’è anche un nuovo modo di fare impresa come testimonia l'area dedicata alle B-Corp e al loro modello di business rigenerativo e socialmente responsabile.

Il MASE a Ecomondo: focus su economia circolare - educazione ambientale

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica parteciperà a Ecomondo con i suoi rappresentanti, a partire dal Ministro Gilberto Pichetto, e attraverso uno spazio di 100 mq presso la Hall Sud, stand. 202, sarà la sede di incontri e seminari, e attività per il mondo della scuola. 
Il Ministro Gilberto Pichetto interverrà al termine della sessione plenaria di apertura degli Stati Generali della Green Economy: L’Economia di domani: una green economy decarbonizzata, circolare e rigenerativa, ore 11.15-13).

Tanti i momenti di confronto nello stand del MASE, a cura della direzione Economia Circolare e di quella sull’Uso Sostenibile del Suolo e delle risorse idriche: sono stati organizzati seminari sul nuovo Registro Elettronico dei Rifiuti, sul ruolo dell’Albo nazionale dei gestori ambientali nella gestione del ciclo dei rifiuti, sui "CAM" e il "Green Public Procurement", sulla finanza "green" nel nuovo quadro normativo europeo, sulla depurazione e il riutilizzo delle acque reflue. 
Ci saranno approfondimenti su temi quali l’ecodesign, l’impronta ambientale e la sostenibilità d’impresa, il ruolo della ricerca nell’attuazione della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile.  
Ampio spazio all’educazione ambientale, con alcune lezioni all’interno di "Visioni di futuro", un incontro con gli studenti sui principi fondamentali dell’Agenda 2030. 
Presso lo stand del MASE si svolgerà "Differenziati, Differenziando", un’iniziativa rivolta ai giovani delle scuole superiore e agli universitari presenti a Rimini sull’importanza di una buona raccolta differenziata.
Ecco le iniziative nello stand del MASE:

Martedì 7 novembre
10-10.30 e 14.30 -15: IL MASE PER LE SCUOLE - "DIFFERENZIATI, DIFFERENZIANDO": l’importanza di una buona raccolta differenziata ai fini del riciclo.

Mercoledì 8 novembre
10:30 - 11:30 - PILLOLE & PITCH / IL MASE PER LE SCUOLE
Normazione tecnica e Circolarità
1° MODULO - Normazione tecnica volontaria e innovazione per la transizione ecologica
2° MODULO - La valutazione del ciclo di vita (LCA) secondo la normazione tecnica volontaria
3° MODULO - La normazione tecnica volontaria a supporto della circolarità
11:30-12:15 - PILLOLE & PITCH
La ricerca per lo sviluppo sostenibile: iniziative del MASE per la collaborazione tra enti territoriali ed enti di ricerca
12:15-13.15 / Visioni di futuro: costruire la sostenibilità
15:00-15:45 / Impronta ambientale e sostenibilità di impresa

Giovedì 9 novembre
10:30 - 11:30  - "PILLOLE & PITCH" L’evoluzione dei CAM in relazione al nuovo Codice appalti
11.30 - 13.30 - Depurazione e riutilizzo delle acque reflue affinate.
14-15 e 15-16 - RAEE e rifiuti non serviti da consorzi di filiera ed ecodesign. I primi risultati dei progetti di ricerca co-finanziati dal MASE

Venerdì 10 novembre
9.30-10.30 e 10.30-11.30 / IL MASE PER LE SCUOLE - "DIFFERENZIATI, DIFFERENZIANDO": l’importanza di una buona raccolta differenziata ai fini del riciclo. 

Gli eventi organizzati dal MASE a Ecomondo

Giovedì 9 novembre
9:30 - 13 - Il nuovo registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti (Sala Neri 2). Con Viceministro Gava.
14.30 - 17 - Albo nazionale gestori ambientali: l’ambiente in evoluzione (Sala Neri 2). Con Viceministro Gava.

Venerdì 10 novembre
9:30 - 11:45 - Il Green Public Procurement (GPP) per gli appalti sostenibili (Sala Neri 2).
12-13 - La finanza sostenibile nel nuovo quadro normativo europeo: effetti sul sistema produttivo e finanziario italiano (Sala Neri 2) .

I partner della fiera

Ecomondo 2023 è organizzato da Italian Exhibition Group con la collaborazione di: Commissione Europea; Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica; Ministero delle Imprese e del Made in Italy; Agenzia ICE - Italian Trade & Investment Agency; Regione Emilia-Romagna; Comune di Rimini; ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani); ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industriale Automobilistica); ART-ER; CIB (Consorzio Italiano Biogas); CIC (Consorzio Italiano Compostatori); CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi); ENEA; Assoambiente; Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile; ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale); Legambiente; UNICIRCULAR (sezione Assoambiente); UNACEA (Unione Nazionale Aziende Construction Equipment & Attachments); UTILITALIA; EBA (European Biogas Association); European Environment Agency; ISWA (International Solid Waste Association); WBA (World Biogas Association); Water Europe.

www.ecomondo.com

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: