406 imprese ammesse al credito d’imposta per acquisto prodotti realizzati con materiale di recupero

406 imprese ammesse al credito d’imposta per acquisto prodotti realizzati con materiale di recupero

Imballaggi: tante le aziende agroalimentari che hanno ottenuto l'agevolazione del 36%

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

19

Febbraio
2024

A cura della Redazione F&T

Sono 406 le prime imprese che si vedranno rimborsare, sotto forma di credito d’imposta, una parte della spesa annua sostenuta per l’acquisto di prodotti finiti realizzati con materiale di recupero. Sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica è stato pubblicato il Decreto e l’elenco dei primi operatori economici ammessi all’agevolazione del bando "Credito d’imposta - materiale di recupero".

Il beneficio è rivolto a imprese che hanno acquistato prodotti finiti realizzati con materiali provenienti da raccolta differenziata degli imballaggi: in plastica, primari e secondari biodegradabili e compostabili in carta, cartone e legno, primari e secondari derivati dalla raccolta della carta o dell’alluminio.

Le aziende beneficiarie riceveranno un credito d’imposta pari al 36% della spesa annua sostenuta per l’acquisto di questi prodotti e materiali, fino a un importo massimo di 20.000 euro per ciascuna annualità. Per l’attuazione della misura è prevista una dotazione complessiva di 12 milioni di euro.

Contributi alle imprese per acquisto materiali di recupero →
Elenco 406 istanze ammesse →

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: