Un buongiorno integrale

Un buongiorno integrale

Arriva il Buondì con farina 100% integrale e senza olio di palma. La glassa è di semi di girasole, fiocchi d’avena e quinoa rossa

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

04

Maggio
2021

Approda sugli scaffali la versione "salutista" di una delle merendine più conosciute in Italia: il nuovo Buondì Motta Integrale realizzato con farina integrale e con una glassa originale nata da un mix di semi di girasole, fiocchi d’avena e quinoa rossa.
L’impasto con farina 100% integrale viene lasciato lievitare naturalmente per 22 ore: l’azione del lievito madre lo rende più soffice e morbido del tradizionale. Il nuovo Buondì è l’unico della linea che non contiene olio di palma, ma soltanto olio di semi di girasole.

Nella tabella nutrizionale è riportato il confronto con il Buondì classico: la versione integrale contiene meno grassi saturi e un po’ meno zuccheri. L’incidenza sull’apporto medio giornaliero è inferiore soprattutto per gli acidi grassi saturi: un Buondì classico apporta il 10% del valore di riferimento  giornaliero, la versione integrale il 4%.

Anche il pack del nuovo Buondì Motta Integrale si presenta a scaffale completamente rinnovato: i colori e il design semplici hanno l'obiettivo di attirare l'attenzione di chi ama la natura.

La brioche integrale ha un prezzo più alto: 12 euro al kg, vale a dire 40 centesimi a merendina, circa 10 centesimi in più degli altri Buondì.


Condividi su: