Salgono gli acquisti di frutta e verdura grazie ai plant based food

Salgono gli acquisti di frutta e verdura grazie ai plant based food

2,9 mln di tonnellate i consumi in Italia trainati dalla crescita degli alimenti veg: +14,7%

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

23

Dicembre
2021

Nel primo semestre del 2021 il consumo di frutta e verdura fresca in Italia si è attestato sui 2,9 milioni di tonnellate, tornando ai livelli pre Covid.

Da segnalare la crescita del consumo di proteine vegetali che oggi rappresentano il 22% del totale di proteine consumate in Italia.

A fornire il trend, in occasione dell'Anno Internazionale della Frutta e della Verdura 2021, è il gruppo Prodotti a Base Vegetale dell'associazione Unione Italiana Food che ha reso noti i numeri di un comparto alimentare sempre più amato dagli italiani.

UIF sottolinea l'importante contributo all’assunzione di proteine vegetali dalla crescita dei consumi di prodotti innovativi, come i plant based food, le cui vendite nella GDO sono aumentate del +14,7% nel primo semestre 2021.

In una nota Unione Italiana Food ricorda che per l'Organizzazione Mondiale della Sanità, una dieta sana dovrebbe includere almeno 400 grammi di frutta e verdura al giorno, meglio se distribuiti, secondo il World Cancer Research Fund in almeno 5 porzioni.

Di più: secondo il Rapporto EAT-Lancet S4, per avere un apporto calorico ottimale si dovrebbe attingere in larga parte ad alimenti di origine vegetale, prediligere i grassi insaturi rispetto a quelli saturi e limitare le quantità di cereali raffinati e zuccheri aggiunti. In tal modo, oltre al benessere generale si favorisce la riduzione del rischio d’insorgenza di malattie croniche.
Le raccomandazioni del rapporto EAT-Lancet S4 implicano anche un raddoppio dei consumi di alimenti vegetali, come frutta, verdura, legumi e frutta a guscio, e una riduzione superiore al 50% del consumo globale di zuccheri aggiunti e di carne rossa.

Photo by
The Matter of Food


Condividi su: