Ristorazione: prenotazioni +36%

Ristorazione: prenotazioni +36%

Buone le tendenze a 3 settimane dalle riaperture. I clienti adattano gli orari dei pasti alle restrizioni

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

19

Maggio
2021

Dopo tre settimane di riapertura e con il 46% dei ristoranti operativi, il settore della ristorazione sta riprendendo la sua attività. Un trend incoraggiante se si pensa che ad oggi a offrire servizio al tavolo sono solo i ristoranti con spazi all’aperto. Con l’allentamento del coprifuoco grazie alle prenotazioni dalle 21 in poi si può stimare un aumento dei coperti del 35%, destinato a crescere con le riaperture al chiuso dal primo giugno. Lo afferma TheFork, la piattaforma per la prenotazione di ristoranti online, che registra una tendenza positiva per i ristoranti nelle prime settimane di riapertura.

Dal punto di vista dei clienti, la voglia di tornare a vivere esperienze al ristorante è fortemente presente: nella settimana appena conclusa rispetto ai primi 7 giorni di riapertura si è osservato un aumento delle prenotazioni in Italia pari al 36% e sono il 75% in più rispetto a maggio 2020.
La crescita delle prenotazioni dal 26 aprile a oggi è più marcata in
Piemonte, dove sono aumentate del 62%, seguito dalla Lombardia con un aumento del 48%.

Anche in altri Paesi europei il trend è positivo: nelle ultime settimane le prenotazioni su TheFork sono cresciute del 44% in Regno Unito, del 23% in Svizzera e del 10% in Spagna. I clienti vogliono essere certi di trovare un tavolo vista la capienza limitata dei ristoranti: nel 2019 si prenotava mediamente 3/4 ore prima dei pasti, mentre dal 26 aprile a oggi i clienti hanno prenotato mediamente 19 ore prima.

I clienti si adeguano alle restrizioni: avendo tempo limitato per la cena, il pranzo è largamente cresciuto. Nel 2019 rappresentava il 19% delle prenotazioni, oggi il 53%.

Anche i giorni della settimana per uscire cambiano: il weekend rimane cruciale ma le prenotazioni si sono distribuite durante la settimana. Il mercoledì è stato scelto per mangiare fuori il doppio rispetto al passato.

Per quanto riguarda il budget, rimane simile al periodo pre-Covid: dalla riapertura il 35% delle prenotazioni viene effettuato in ristoranti dove il prezzo medio è compreso tra 30 e i 40 euro. Nel 2019 questa fetta rappresentava il 30%.

Photo by Petr Sevcovic


Condividi su: