Intesa MiPAAF e Assobibe su materie prime, innovazione e sprechi

Intesa MiPAAF e Assobibe su materie prime, innovazione e sprechi

Nascerà un tavolo di lavoro per promuovere le materie prime italiane, incentivare l'innovazione produttiva e tagliare gli sprechi

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

26

Ottobre
2021

Dopo l'accordo siglato con il Ministero della Salute sulla riduzione degli zuccheri contenuti nelle bibite e sull'impegno ad autoregolamentare le strategie di marketing, il 25 ottobre 2021 Assobibe ha raggiunto un'altra intesa ma questa volta col MiPAAF. Infatti, il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Francesco Battistoni e Giangiacomo Pierini, presidente di Assobibe, Associazione di Confindustria che rappresenta i produttori di bevande analcoliche, hanno siglato un Protocollo d’intesa per la promozione delle produzioni made in Italy e la riduzione degli sprechi. Erano presenti anche il Capo Dipartimento PQAI del MiPAAF Francesco Saverio Abate e il Direttore Generale Assobibe David Dabiankov Lorini.

L’accordo formalizza l’impegno a lavorare di concerto per promuovere e attuare politiche di valorizzazione della filiera agricola italiana nell’ambito della produzione e vendita delle bevande analcoliche, nello specifico:

  • facilitando le condizioni per mantenere e rafforzare l'approvvigionamento di frutta e agrumi italiani
  • incentivando l’innovazione dei prodotti e l’ampliamento anche di bevande biologiche
  • lavorando sulla riduzione degli sprechi alimentari e valorizzazione degli scarti.

Per questo sarà istituito un tavolo di lavoro presso il Ministero, utile anche a monitorare l’andamento del mercato delle bevande analcoliche in Italia e, alla luce delle decisioni sulla sugar tax contenute nella Legge di bilancio del 2022, ad incrementare le possibilità di confronto per pianificare le future strategie da adottare.
"Con questo protocollo - ha dichiarato il sottosegretario al MiPAAF, Francesco Battistoni - si gettano le basi operative per favorire la valorizzazione della filiera agricola italiana in chiave sempre più sostenibile e bio con interlocuzioni e iniziative rivolte al rafforzamento del comparto e dei settori produttivi collegati. L’accordo vuole inoltre incentivate le filiere ad implementare l’approvvigionamento di frutta e di agrumi italiani proprio per offrire ai consumatori prodotti sempre più in linea con le esigenze contingenti."

"Questo protocollo rappresenta un ulteriore passo da parte delle aziende della categoria nella direzione di una proficua collaborazione pubblico-privato per la valorizzazione del made in Italy e delle eccellenze del nostro Paese - ha commentato Giangiacomo Pierini, Presidente Assobibe -. Siamo parte di una filiera integrata e quindi consapevoli che ci sono diversi ambiti in cui possiamo contribuire a diffondere una cultura legata ai nostri territori e cogliamo questa sfida con entusiasmo".


Condividi su: