Granoro: il pack in carta riduce del 35% l'uso di plastica

Granoro: il pack in carta riduce del 35% l'uso di plastica

Anche la pasta di filiera 100% Puglia sarà confezionata con carta riciclabile. Obiettivo: 4 milioni di pack in carta entro il 2021

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

15

Settembre
2021

Dopo aver lanciato il pack riciclabile nella carta per le linee di pasta Biologica, si rafforza l’impegno di Granoro nella riduzione della plastica dal proprio packaging. Dal mese di ottobre anche i formati speciali della Linea Granoro Dedicato, la pasta di filiera 100% Puglia, saranno confezionati con un pack in carta riciclabile - Aticelca® 501.

Si tratta di un incarto accoppiato carta/film in cui la componente in carta rappresenta più del 65%, rendendo la confezione riciclabile nella carta (metodo Aticelca 501).

La carta utilizzata per le confezioni Granoro è certificata FSC, con provenienza da foreste gestite in maniera corretta e responsabile.
Con questa scelta Granoro punta a ridurre l’impatto ambientale in termini di emissioni di CO2, ridimensionando l’utilizzo di plastica in media del 35% per ogni confezione.
Entro il termine del 2021, il pastificio di Corato, Bari, prevede di convertire in film carta tutti i formati speciali della linea Dedicato, ampliando così la quota di pasta prodotta con packaging riciclabile nella carta per altri 4 milioni di pacchi.


Condividi su: