Gli interventi delle aziende

Gli interventi delle aziende

Interessanti i contributi sull'applicazione dei metodi rapidi di analisi che le aziende sponsor hanno portato durante la sessione plenaria del convegno

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

16

Ottobre
2023

La giornata dedicata a "Le analisi microbiologiche di alimenti e ambienti produttivi" ha proposto anche gli interventi delle aziende che hanno portato all'Abbazia di Mirasole, oltre che i loro prodotti, le loro competenze.

Verena Peggion,
Field Marketing - Merck Life Science, ha presentato una carrellata di "Tecnologie innovative e soluzioni al servizio del laboratorio microbiologico" che comprendono prodotti tradizionali che attraverso soluzioni moderne riducono i tempi preparatori tipici richiesti dall’analisi microbiolgocia, migliorando il flusso operativo. È stata anche illustrata la soluzione analitica in PCR proposta evidenziandone praticità e facilità d’uso; non da ultimo sono stati menzionati anche i ceppi microbici che l’azienda distribuisce, le loro caratterisitiche e certificazioni.

Matteo D'Andrea,
Product Specialist PCR - R-Biopharm Italia, ha parlato di "Controllo rapido in RT-PCR di Salmonella, Listeria ed E. coli STEC" illustrando le caratteristiche dei kit e delle attrezzature proposte da R-Biopharm per tale tecnica, sottolinenando la compattezza della proposta, la durata e la stabilità dei kit e la versatilità di utilizzo che le validazioni di tali metodi consentono in termini di termociclatori. È stato infine fatto un breve accenno al prodotto "Compact Dry" che può sostituire in modo pronto all’uso e validato le classiche piastre Petri con terreno agarizzato.

Nicola Bortoletto, Marketing Manager and International Sales Manager - Generon spa esordendo con la domanda al pubblico "quanti sanno che cos’è e come funziona la PCR?" ha voluto descrivere l’offerta di Generon evidenziandola come "Real-time PCR (qPCR): elogio della Flessibilità".
Generon propone kit validati e promuove lo studio e la messa a punto di nuovi prodotti. Ha osservato l’importanza di alcune caratteristiche di robustezza dei kit PCR anche in riferimento alle norme e linee guida che ne regolamentano l’uso nei laboratori. L’attenzione al dettaglio trova riscontro in supporti di miglioramento delle tecniche PCR offerte.


Giulia Casini, R&D Senior Scientist - Enbiotech srl, biotecnologa, ha descritto la più recente tecnica sempre basata sulla reazione PCR detta "Real-Time Loop-mediated AMPlification (LAMP) per il rilevamento rapido di patogeni alimentari".
La caratteristica di operare in isotermia semplificata e la dotazione strumentale rendono la tecnica di facile esecuzione, di lettura e interpretazione del dato immediata e con completa rintracciabilità delle fasi analitiche e della qualità dei reagenti utilizzati. Interessante la disponibilità di parametri presentata.

Daniela Barbara Superchi, bioMérieux Adriatic Food Pathogens testing Leader ha descritto come Biomerieux sia attenta in senso lato a "Il futuro dei test sui patogeni alimentari", proponendo una gamma molto ampia di soluzioni per il laboratorio, da quelle di base ad applicazioni informatizzate per gestire i dati; sono state descritte le principali metodiche rapide esclusive di bioMérieux, note e diffuse da tempo ma in continuo miglioramento e ampliamento. Non da ultimo, è stato sottolineato il servizio di supporto messo a disposizione.

Irene Giannetti, biologa, Responsabile Sales Account - Food Safety, Italy Neogen, ha parlato di "Sicurezza alimentare: principi e tecniche per la gestione dei rischi microbiologici" per descrivere e valorizzarne i diversi aspetti interessanti e effettivi del prodotto esclusivo "Petrifilm", introducendo un focus un po’ diverso dalle precedenti relazioni, per lo più incentrate sui patogeni alimentari.
Giannetti ha infatti ragionato sull’importanza della valutazione dei microrganismi indicatori nel quadro della sicurezza alimentare, nella valutazione del processo, della durabilità, distinguendo indicatori di qualità, di igiene e di ambiente. Ha enfatizzato tutte le forme di risparmio oggettivamente calcolate che il Petrifilm può supportare, anche con l’ausilio di lettore automatizzato che sostiene una migliore produttività dei laboratori e ne riduce eventuali errori.


Gli approfondimenti istituzionali
Le dimostrazioni pratiche dei kit


RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: