Divieto carne coltivata: dall'UE lo stop alla legge italiana. Per il MASAF, al contrario, c'è il via libera

Divieto carne coltivata: dall'UE lo stop alla legge italiana. Per il MASAF, al contrario, c'è il via libera

La Commissione archivia la notifica e chiede chiarimenti all’Italia

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

05

Febbraio
2024

A cura della Redazione F&T

Con l’approvazione del DDL Lollobrigida Disposizioni in materia di divieto di produzione e di immissione sul mercato di alimenti e mangimi costituiti, isolati o prodotti a partire da colture cellulari o di tessuti derivanti da animali vertebrati nonché di divieto della denominazione di carne per prodotti trasformati contenenti proteine vegetali l’Italia avrebbe violato il diritto europeo.
La Commissione europea
ha, infatti, archiviato la procedura TRIS relativa alla legge italiana.

Le procedure TRIS (
Technical Regulations Information System) hanno l'obiettivo di prevenire la creazione di barriere nel mercato interno dell’Unione Europea: attraverso questi iter, gli Stati membri e la Commissione devono avere la possibilità di esprimersi su una Legge nazionale prima che venga approvata.
Al contrario, l’Italia aveva ritirato la notifica TRIS per evitare una bocciatura ufficiale da parte della Commissione europea, concedendo poi all’Unione di esaminare il divieto solo
dopo l’approvazione della legge l’1 dicembre 2023. Questo però potrebbe rendere la legge di fatto inapplicabile da parte della Corte di giustizia UE.
La Commissione, infatti, afferma:
"la notifica in oggetto è stata archiviata il 29/01/2024 per i motivi seguenti: Il testo è stato adottato dallo Stato membro prima della fine del periodo di sospensione di cui all'articolo 6 della direttiva (UE) 2015/1535. La Commissione invita pertanto lo Stato membro in questione a informarla del seguito dato, anche alla luce della giurisprudenza pertinente della Corte di giustizia. In questa fase non vi sono ulteriori osservazioni della Commissione".

Per il MASAF c'è l'approvazione

Il Ministro Lollobrigida si è così espresso sulla questione: "La Commissione europea ha chiuso la procedura TRIS, avviata a seguito della notifica della legge sulla carne coltivata. La chiusura comporta che sia stata definitivamente accertata, da parte della Commissione europea, la compatibilità della legge con i principi del diritto della UE in tema di mercato interno. Diversamente, la Commissione avrebbe proceduto con un parere circostanziato, a prescindere dalle modalità di notifica. Non ci sarà pertanto nessuna procedura di infrazione, né richiesta all'Italia di abrogare la legge. La Commissione chiede solo di essere informata sull'applicazione della legge da parte dei giudici nazionali".
Ma attenzione a questa frase del Ministro: "Come per tutti i provvedimenti che entrano in vigore in Italia, spetta ai giudici nazionali, in sede di applicazione, l'ulteriore vaglio di compatibilità con il Diritto unionale". Forse saranno i giudici nazionali a bocciarla?

Foto: valeria_aksakova

RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: