Conferme: i cibi ultra-processati sono dannosi per la salute

Conferme: i cibi ultra-processati sono dannosi per la salute

Una revisione di metanalisi epidemiologiche ha valutato le associazioni tra esposizione ai cibi ultra-processati e conseguenze perniciose per la salute

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Marzo
2024

A cura della Redazione F&T

Uno studio appena pubblicato sul British Medical Journal da un gruppo di ricercatori guidati dalla dottoressa Melissa Lane dell’Università Deakin, in Australia, ha condotto una revisione a ombrello di metanalisi epidemiologiche per valutare le associazioni tra l’esposizione ai cibi ultra-processati e conseguenze dannose per la salute.

Lo studio ha analizzato dati fino a giugno 2023, identificando 45 analisi aggregate che hanno coinvolto oltre 9.000.000 di partecipanti, e rilevato associazioni dirette tra il consumo di cibi ultra-processati e 32 parametri di salute, inclusi mortalità, cancro, e problemi di salute mentale, respiratori, cardiovascolari, gastrointestinali e metabolici.

I cibi ultra-processati sono definiti come prodotti pronti al consumo, caratterizzati da formulazioni industriali ricche di sostanze chimicamente modificate e additivi, con minima o nulla inclusione di cibi interi. Questi prodotti, che variano notevolmente nel loro contributo energetico alla dieta a seconda del Paese, sono stati collegati a una qualità della dieta complessivamente bassa e a un aumento del rischio di malattie croniche.
L’analisi ha evidenziato associazioni dirette tra un maggiore consumo di cibi ultra-processati e rischi più elevati di mortalità per tutte le cause, malattie cardiovascolari, disturbi mentali comuni e diabete di tipo 2.

"Questa revisione ombrello ha trovato prove consistenti di un rischio maggiore di risultati sanitari avversi associati a una maggiore esposizione ai cibi ultra-processati" ha spiegato Melissa Lane.
L’editoriale di accompagnamento, a firma di Carlos A. Monteiro dell’Università di San Paolo, in Brasile, evidenzia come questi alimenti, oltre a presentare profili nutrizionali scarsi, siano progettati per essere altamente desiderabili e potenzialmente dipendenti, promuovendo un consumo eccessivo e non necessario.

Ultra-processed food exposure and adverse health outcomes: umbrella review of epidemiological meta-analyses →

Fonte: doctor33
Foto: freepik


RIPRODUZIONE RISERVATA ©Copyright FOOD&TEC


Condividi su: