Asiago +30,8% export a gennaio

Asiago +30,8% export a gennaio

Partiranno a breve negli Stati Uniti e in Europa le nuove promozioni della DOP veneto-trentina

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

26

Aprile
2022

A gennaio le esportazioni del formaggio Asiago hanno segnato +30,8% rispetto allo stesso mese del 2021: forte di questo dato il Consorzio Tutela Formaggio Asiago vuole ora rafforzare la presenza all'estero e proseguire nell'azione di valorizzazione della specialità veneto-trentina in particolare negli USA e in Europa, iniziando, per quanto riguarda il Vecchio Continente, da Germania e Repubblica Ceca.
"Riteniamo necessario continuare a stimolare la ripresa dell'export sui mercati per noi tradizionali, come il Nord America e l'Europa, per non perdere lo spazio conquistato in tanti anni di attività promozionale", afferma Flavio Innocenzi, direttore del Consorzio Tutela Formaggio Asiago.

Si parte dagli USA che, a gennaio 2022, mantengono il primo posto nella classifica internazionale delle esportazioni di formaggio Asiago: nel corso di quest'anno, il Consorzio di Tutela rilancerà con un nuovo progetto promozionale dedicato a comunicare nei punti vendita le recenti novità introdotte nel Disciplinare, con particolare riferimento alla qualità delle lunghe stagionature.

Ma il Consorzio vede nuove opportunità anche in Europa. La Germania, nel primo mese del 2022, conferma la propria posizione di mercato leader andando addirittura oltre il raddoppio delle vendite rispetto al gennaio 2021.
Un andamento particolarmente positivo si registra anche nella Repubblica Ceca.

"Nei prossimi mesi - conclude Innocenzi ampliando lo sguardo - puntiamo anche a ricominciare ad effettuare attività in presenza in Sud America e in Asia, in modo da capitalizzare i futuri trend di ripresa del commercio coinvolgendo i giovani che, in tutto il mondo, dimostrano di apprezzare il formaggio Asiago DOP".

Foto: asiagocheese.it


Condividi su: