"One Health": Parma School 2020

Sono aperte le iscrizioni al corso organizzato dall'EFSA e dalla Scuola di studi superiori sull'alimentazione e la nutrizione dell'Università di Parma. Per capire, in modo multidisciplinare, come la salute degli esseri umani sia legata alla salute degli animali e dell'ambiente

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

03

Febbraio
2020

Sono aperte le iscrizioni al corso sul tema "One Health" che si terrà a Parma dal 9 all'11 giugno 2020. Il concetto dell’esistenza di una salute unica e globale, che riconosce che la salute dell'uomo, quella degli animali e la salubrità dell'ambiente sono strettamente interconnesse, è tema di importanza mondiale e al centro di questo corso intensivo.

"One Health" è rivolto a dottorandi, giovani ricercatori post-dottorato e scienziati che desiderino acquisire una conoscenza e comprensione più estesa dell'approccio una sola salute.

Della durata di tre giorni, l'intensivo sarà incentrato su elementi teorici affiancati da case history. Le lezioni saranno tenute da esperti provenienti da Commissione europea, istituzioni nazionali, organizzazioni europee e internazionali nonché dal mondo accademico.

I partecipanti avranno l'opportunità di approfondire le proprie conoscenze in materia e di instaurare rapporti con esperti e colleghi di tutto il mondo.
L'iscrizione è gratuita; i partecipanti dovranno provvedere a eventuali spese di alloggio e all'organizzazione dei propri spostamenti.

Iscrizioni

La data ultima per iscriversi è il 31 marzo 2020.
Il numero massimo di iscritti sarà di 150.
Il programma completo del corso e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito dell'EFSA.

I corsi Parma 2020 sono organizzati dall'EFSA e dalla Scuola di studi superiori sull'alimentazione e la nutrizione dell'Università di Parma, in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza


Condividi su: