New York per la sostenibilità: al bando le carni rosse lavorate

New York per la sostenibilità: al bando le carni rosse lavorate

Il sindaco De Blasio ha introdotto un pacchetto di norme "green" che prevede di tagliare del 50% l'acquisto di salsicce, hot dog, pancetta in tutte le strutture pubbliche, dalle scuole agli ospedali

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

02

Maggio
2019

In assoluta controtendenza rispetto alla politica ambientale del governo federale, il sindaco Bill De Blasio ha approvato il OneNYC2050 Plan, subito ribattezzato Green New Deal, un pacchetto da 14 miliardi di dollari messo in atto per combattere i cambiamenti climatici. 

Il piano è determinato a ridurre le emissioni di gas serra di NYC del 30% entro il 2030 con l’obiettivo di full carbon neutrality entro il 2050. Il progetto include diverse misure ma una in particolare è di grande rilevanza e si pone in continuità con i “meatless mondays”, i lunedì senza carne adottati nelle mense scolastiche dal 2017.

Secondo il Green New Deal, la quantità di carne rossa consumata nelle strutture pubbliche cittadine (scuole, uffici, ospedali) verrà ridotta e gli acquisti di carni lavorate saranno eliminati nelle scuole e negli ospedali entro il 2040. Il sindaco prevede di tagliare l’acquisto di carne bovina del 50% e di rimuovere completamente la carne lavorata dai menu serviti in tali strutture.

New York è la prima città al mondo a prendere misure così drastiche per abbattere il consumo di questo tipo di carni che provengono da allevamenti intensivi. Secondo i dati della FAO, l’allevamento intensivo produce la macellazione di 70 miliardi di animali l'anno e riversa nel Pianeta il 15% delle emissioni totali dei gas serra globali. Altro aspetto fondamentale di questo intervento si riferisce alla salute pubblica: nel 2015 l'Organizzazione mondiale per la sanità ha classificato le carni processate tra i cibi cancerogeni.

Il Green New Deal prevede anche il prossimo divieto a costruire grattacieli di vetro che, parole del sindaco, sono “incredibilmente inefficienti” perché molta dell’energia viene dispersa attraverso il vetro. La città sarà inoltre alimentata da energia idroelettrica canadese e vedrà altre misure come il riciclo obbligatorio di sostanze organiche, la diminuzione delle emissioni dei veicoli governativi, passando a energia 100% elettrica e la graduale eliminazione degli acquisti urbani di prodotti alimentari in plastica monouso.

OneNYC2050 Plan


Condividi su: