Differenziare il Tetra Pak: una app spiega come

Differenziare il Tetra Pak: una app spiega come

Si chiama Junker ma è italiana l'applicazione per smartphone che indica come fare correttamente la differenziata. Si inquadra il codice a barre del contenitore ed è fatta

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

20

Marzo
2019

C'è un'applicazione per smartphone che consente di sapere in quale segmento della raccolta differenziata bisogna gettare i cartoni di latte, succhi e altri alimenti fatti di Tetra Pak. La app si chiama Junker ed è stata sviluppata dalla startup italiana Giunko.

Junker è stata di recente inserita nel libro bianco delle buone pratiche di economia circolare del Parlamento europeo.

L'applicazione, nata nel 2015 e che ora "riconosce" anche il Tetra Pak, fornisce agli utenti informazioni sugli imballaggi per oltre un milione di prodotti specifici e mille categorie di materiali generici, indicandone la corretta modalità di smaltimento in base alle regole del Comune in cui l'utente si trova.

Per individuarli, basta inquadrare con la fotocamera dello smartphone il codice a barre stampato sulla confezione. Se il prodotto non è presente nel database, è sufficiente inviare una foto per ricevere un feedback in pochi minuti.

"Junker nasce dalla volontà di aiutare i cittadini a riconoscere e differenziare correttamente qualsiasi tipo di packaging, riducendo così gli errori di conferimento e favorendo il riciclo delle materie prime", ha spiegato all'Ansa Noemi De Santis, fondatrice di Giunko.
"Grazie a questa app possiamo veicolare a un pubblico sempre più ampio di consumatori, in modo semplice e immediato, le informazioni necessarie sul conferimento dei nostri cartoni e proporre idee e buone pratiche che contribuiscono alla realizzazione di una concreta economia circolare", ha aggiunto Lorenzo Nannariello, esperto di economia circolare di Tetra Pak.

L'idea è davvero intelligente e speriamo che Giunko riesca a implementarla presto: purtroppo non sono presenti tutti i comuni. Abbiamo provato Milano, Brescia, Como, Lecco, Vimercate, Livorno, Firenze e nella app non sono ancora iscritti.


Condividi su: