Beyond Meat si quota a Wall Street

Beyond Meat si quota a Wall Street

Il produttore californiano di carne vegetale punta a raccogliere con l'initial public offering fino a 184 milioni di dollari, per una valutazione della società di 1 miliardo di dollari

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

23

Aprile
2019

Beyond Meat, Inc. (Beyond Meat) ha annunciato il lancio della sua offerta pubblica iniziale di 8.750.000 azioni ordinarie. Il prezzo dovrebbe essere compreso tra 19 e 21 dollari per azione. La società ha fatto domanda per essere quotata al NASDAQ con il simbolo "BYND" e prevede di raccogliere circa 175 milioni di dollari dall'offerta o 201,3 milioni di dollari nel caso i sottoscrittori eserciteranno la loro opzione per intero, assumendo il prezzo delle azioni a metà del range di offerta. La società concede ai sottoscrittori un'opzione di 30 giorni per acquistare fino a un massimo di 1.312.500 azioni ordinarie al prezzo di offerta pubblica iniziale.
Gli azionisti di Beyond Meat non venderanno alcuna azione.
Beyond Meat intende investire il capitale in impianti di produzione, per ampliare le attività di ricerca e sviluppo, incrementare la rete commerciale e le attività di marketing.

La società californiana è leader nella produzione di carne a base vegetale che, al consumo, riproduce le sensazioni della carne bovina utilizzando solo ingredienti vegetali.

Beyond Meat è una pioniera nell’utilizzo delle proteine estratte dai piselli che formano la base di un prodotto ricettato con succo di barbabietola, una serie di fibre vegetali che trattengono l’acqua e conservanti naturali, oltre all’olio di cocco e canola che forniscono la frazione grassa all’impasto fino a creare la sua “fake meat”, com’è chiamata negli Stati Uniti.
Nel comunicare i suoi prodotti, Beyond Meat insiste soprattutto sulla sostenibilità ambientale, dichiarando un risparmio del 95% di terreni utilizzati, del 75% di acqua e un decremento delle emissioni di gas serra dell’87% rispetto alla lavorazione della carne animale.
Beyond Meat non si rivolge solo a vegetariani o vegani, ma anche ai consumatori di carne che possono fare una scelta diversa e più sostenibile rispetto a polpette, hamburger e salsicce.

In Italia i Beyond Burger sono venduti da Welldone, la catena bolognese di hamburgerie gourmet.
Per andare “oltre la carne”.


Condividi su: