Alcass continua a crescere

Alcass continua a crescere

Positivo il bilancio del 2018 sostenuto anche dall'aumento dell'export: +10%. Crescono le scelte sostenibili

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

20

Giugno
2019

Alcass SpA, azienda di Bedizzole (Bs) specializzata nella produzione di prodotti surgelati, ha registrato un + 34% di fatturato nel 2018. L'azienda produce alimenti surgelati con il marchio "Amica Natura" che comprende prodotti a base di carne, una linea biologica, una vegetariana e una vegana. Una parte importante della produzione riguarda anche le private label.

L’esercizio 2018 ha visto un'importante crescita del valore della produzione che passa da 9,8 milioni di euro del 2017, a 13,1 milioni nel 2018, con un aumento del 33,6%. Cresce anche l’EBITDA, 1,47 milioni rispetto ai 1,26 milioni dell’anno precedente e l’utile netto dopo le imposte (di 226.135 euro) si attesta a 728.801 euro contro i 584.204 del 2017. L'export, soprattutto verso gli Stati Uniti e l'Asia, ha contribuito con +10% e mantiene il suo andamento positivo anche nel 2019.

La crescita aziendale va di pari passo con azioni mirate alla sostenibilità e alla difesa dell'ambiente come testimonia l'installazione di un impianto fotovoltaico da 500kWp di potenza che copre circa il 50% del fabbisogno energetico dell’azienda, limitando l'utilizzo di energia elettrica e di quella derivante da fonti fossili e riducendo le perdite grazie all'autoconsumo. 

Negli ultimi cinque anni l'azienda ha ridotto al minimo lo spessore dei film plastici per il confezionamento dei prodotti, senza limitarne la funzionalità igienica, arrivando così a risparmiare 15.000 kg di materiale. Spiega l'AD Renato Bonaglia: "Abbiamo in corso di sperimentazione un’innovativa tipologia di film per la protezione igienica dei prodotti che può essere direttamente inserito nel rifiuto organico in quanto 100% compostabile trattandosi di bio-plastica. Se i test effettuati avranno esito positivo potremo introdurre un ulteriore miglioramento dell’impatto ambientale dei nostri prodotti".


Condividi su: