A Soncino apre il Mercato della Terra

A Soncino apre il Mercato della Terra

In provincia di Cremona nasce il quinto mercato Slow Food della Lombardia. Appuntamento ogni prima domenica del mese con 20 piccoli produttori

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

10

Settembre
2020

Si avvicina l'inaugurazione del Mercato della Terra di Soncino, città lombarda in provincia di Cremona: domenica 13 settembre: a partire dalle ore 10, venti piccoli produttori e artigiani del cibo della zona si daranno appuntamento nel chiostro dell'ex Convento delle Suore della Sacra Famiglia, accanto alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, per far conoscere e vendere il frutto del lavoro nella propria terra.
Alle 12, il taglio del nastro alla presenza dell'Assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia, Fabio Rolfi, e del Sindaco di Soncino, Gabriele Gallina.

L'appuntamento con il Mercato della Terra di Soncino è promosso dalla Comunità Slow Food della Radice Amara di Soncino, dal Centro di Formazione Professionale e dalle condotte Slow Food Cremonese e della Bassa Bresciana. Da ottobre diventerà mensile e sarà organizzato ogni prima domenica del mese, sempre nel chiostro di via Galantino 66, e sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18.

I produttori che animeranno il Mercato della Terra di Soncino provengono dalle province di Cremona e delle confinanti Bergamo e Brescia. Sui banchi salumi e formaggi del territorio, a cominciare dal Fatulì, Presidio Slow Food, frutta e verdura di stagione e marmellate, miele, olio, cereali e farine, zafferano e uova.

I prodotti son proposti da aziende in buona parte di nuova costituzione e condotte da giovani donne: in totale sono una ventina i produttori coinvolti, ma per ragioni di spazio, la partecipazione sarà di circa 12 espositori ogni volta, che ruoteranno mese dopo mese.


Condividi su: