ViviSmart, l'edutainment tecnologico contro l'obesità

ViviSmart, l'edutainment tecnologico contro l'obesità

Il progetto di Barilla, Coop, Danone vuole educare a modelli alimentari corretti attraverso il gioco: pima di fare la spesa, le persone possono simularla in modo multimediale attraverso un visore e un totem interattivo

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

10

Maggio
2019

Il progetto ViviSmart utilizza la tecnologia per invogliare sempre più famiglie e bambini a scoprire come perseguire uno stile di vita sano partendo dall’alimentazione. Ad affiancare le iniziative rivolte direttamente ai bambini e alle scuole, l'alleanza aBCD (Barilla, Coop, Danone) propone una campagna di edutainment in quattro città - Milano, Bari, Parma e Genova - per educare bambini e famiglie a modelli alimentari corretti attraverso il gioco e le nuove tecnologie grazie a un totem interattivo e un visore (Oculus GO) che permettono di fare una spesa multimediale simulata. “Per coinvolgere le famiglie e le comunità locali, aBCD ha deciso di avvalersi della collaborazione dei supermercati e ipermercati Coop, ossia il luogo dove le persone fanno abitualmente la spesa e quindi influenzano in modo importante le proprie abitudini alimentari - sostiene Carlo Alberto Pratesi, docente Università Roma Tre3 e portavoce del progetto -. I risultati della prima parte del concorso sono ottimi sia per numeriche di partecipazione sia per coinvolgimento delle persone e ci spingono a proseguire nella seconda parte del concorso”.

Durante la prima parte della campagna svoltasi dal 22 marzo 7 aprile, le persone hanno dovuto comporre la spesa perfetta per una settimana nel minor tempo possibile, scegliendo digitalmente tra gli ingredienti disponibili. La simulazione insegna a conoscere e riconoscere le proprietà nutritive degli alimenti, a scoprire se le scelte a tavola sono corrette e che cosa è possibile fare fare per migliorarle.
Coinvolti 1200 partecipanti e di questi il 60% sono rappresentate da famiglie con bambini. La seconda parte si svolge negli stessi punti vendita fino al 26 maggio, e questa volta le persone saranno chiamate a creare i migliori abbinamenti possibili di piatto per ogni momento della giornata.

“L’idea è quella di educare e allo stesso tempo divertire, e, inaspettatamente un forte coinvolgimento arriva dalle persone più anziane, attirate dalle nuove tecnologie”, aggiunge Pratesi.

Il progetto si articola in due attività: un edugame svolto attraverso un Oculus GO e un quiz svolto attraverso un totem interattivo. Entrambe le attività permettono di accumulare punti, che, alla fine delle due fasi del concorso, permettono di vincere 8 Oculus Go® 32 GB, ossia un visore multimediale per ogni punto vendita.
I punti vendita coinvolti:

  • Coop Palmanova, Milano
  • Ipercoop Piazza Lodi, Milano
  • Coop il Mirto, Genova
  • Coop L’Aquilone, Genova
  • Coop Collecchio, Parma
  • Coop di Fidenza, Parma
  • Ipercoop Santa Caterina, Bari
  • Ipercoop Japigia, Bari.

Condividi su: