Vallelata presidia anche il bio

Vallelata presidia anche il bio

Il marchio di Lactalis lancia una nuova linea di formaggi freschi biologici. Si inizia con due referenze: mozzarella e stracchino

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

05

Giugno
2017

Vallelata è, da oggi, sugli scaffali con due nuovi prodotti: mozzarella e stracchino bio, con latte provieniente da agricoltura biologica, con una filiera controllata e certificata.
Il posizionamento del marchio del Gruppo Lactalis Italia ha condotto in modo naturale a questa scelta di mercato: “Abbiamo lavorato a lungo per sviluppare i prodotti biologici che sanno unire il gusto dei formaggi freschi Vallelata ai sistemi produttivi dell’agricoltura biologica” ha dichiarato Clara Pirovano, Direttore marketing del Gruppo. “Volevamo offrire una risposta forte e distintiva alle richieste dei consumatori: il 43.7% della famiglie italiane acquista prodotti bio almeno una volta alla settimana (Fonte: Trade Lab - Bio Outlook 2016), a testimonianza che non rappresenta più solo una tendenza ma una vera e propria esigenza per alcune famiglie che scelgono la garanzia del biologico e di una produzione secondo norme rigorose in materia di rispetto dell’ambiente e benessere degli animali.”
“Il mercato del biologico è in forte ascesa e si sta delineando come una rivoluzione dei consumi - ha aggiunto Clara Pirovano - solo 3 anni fa i prodotti biologici disponibili nella grande distribuzione erano 545, oggi sono già 637 e il comparto continua a crescere del 20% anno su anno (Fonte: IRI IS+LSP– AT ott 2016)".

Con la nuova linea bio Vallelata prosegue nell’impegno verso la salvaguardia della natura e dell’ambiente, in linea con gli impegni già presi anche attraverso il progetto di compensazione della emissioni di CO2 in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e di gestione forestale sostenibile in collaborazione con il Consorzio Forestale di Pavia.


Condividi su: