UK: vietate agli under 16 le bevande energetiche

UK: vietate agli under 16 le bevande energetiche

Stop agli energy drink per i ragazzi britannici nei maggiori supermercati del regno. Obiettivo: contenere l'abuso di caffeina e zuccheri

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Marzo
2018

Vendita vietata, dal 5 marzo 2018, delle bevande energetiche per chi ha meno di 16 anni nella gran parte dei supermercati nel Regno Unito. Il provvedimento, in vigore in tutto il Paese, mira a proteggere i più giovani dall'abuso di zuccheri e di caffeina contenuti in queste bibite.

All'iniziativa hanno aderito su base volontaria operatori della grande distribuzione presenti sul territorio britannico come Asda, Waitrose, Tesco o Co-op, nonché Aldi, Lidl, Sainsbury's e Morrisons, oltre alla catena di negozi specializzati Boots.

La restrizione varrà per tutti quei drink contenenti più di 150 milligrammi di caffeina per litro.
Si tratta di una risposta alle preoccupazioni di medici e autorità di fronte al "consumo crescente", talora indiscriminato, di questo tipo di bevande, assunte da chi fa sport, ma non solo, come ha riconosciuto in una nota una delle aziende coinvolte. Preoccupazioni tanto più forti, poiché fra i consumatori abituali o saltuari si contano da qualche tempo ragazzi e persino bambini


Condividi su: