Controlli ufficiali UE: definito il programma 2021-2025

Controlli ufficiali UE: definito il programma 2021-2025

In Gazzetta il piano di vigilanza sull’applicazione della legislazione europea negli Stati membri. Individuati gli ambiti prioritari

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

27

Ottobre
2020

Sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea GU L 354 del 26 ottobre 2020 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2020/1550 della Commissione del 23 ottobre 2020 che stabilisce il programma pluriennale dei controlli per il periodo 2021-2025 da eseguire negli Stati membri dagli esperti della Commissione per verificare l’applicazione della legislazione dell’Unione in materia di filiera agroalimentare.
La responsabilità di far rispettare la legislazione dell’UE ricade sugli Stati membri: le autorità competenti nazionali provvedono a monitorare e verificare, predisponendo controlli ufficiali, che le prescrizioni in materia agroalimentare dell’UE siano effettivamente rispettate e fatte rispettare.

Parallelamente al monitoraggio e alla verifica di cui sopra, come stabilito dall’art. 116 del Reg. (UE) 2017/625 esperti della Commissione sono tenuti ad eseguire controlli, compresi audit, negli Stati membri al fine di verificare l’applicazione della legislazione dell’Unione.
La Commissione ha elaborato un programma pluriennale di controlli per il periodo 2021-2025 in linea con il proprio mandato e che ne rispecchia le priorità. Tali controlli sono eseguiti negli Stati membri dagli esperti della Commissione al fine di verificare l’applicazione della legislazione nei settori relativi alla sicurezza alimentare e dei mangimi, alla salute e al benessere animale, alla sanità delle piante, ai prodotti fitosanitari, al funzionamento dei sistemi nazionali di controllo e delle autorità competenti che li attuano, tenendo conto delle sinergie con i regimi di controllo nell’ambito della politica agricola comune.

Il programma pluriennale di controlli contribuisce alle priorità della Commissione incluse nel Green Deal europeo nella strategia Farm to Fork per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente. Questo programma contribuisce anche al monitoraggio della PAC in conformità alle regole di condizionalità stabilite nel Reg. (UE) n. 1306/2013.

La Commissione ha individuato gli ambiti prioritari delle ispezioni: per conoscerli, è possibile accedere al documento in italiano: 23 ottobre 2020 - Decisione di esecuzione (UE) 2020/1550 della Commissione europea

Fonte: Eur-Lex


Condividi su: