UE: approvate misure eccezionali per l'avicoltura italiana

UE: approvate misure eccezionali per l'avicoltura italiana

11,1 milioni di fondi europei a cui si aggiungeranno altrettanti italiani per sostenere il comparto danneggiato dall'aviaria

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

31

Agosto
2018

Il MiPAAFT rende noto che la Commissione Europea ha approvato, il 30 agosto 2018, eccezionali misure di sostegno del mercato nei settori delle uova e delle carni di pollame in Italia, colpiti nel 2016 dall'influenza aviaria.
Il provvedimento prevede lo stanziamento di 11,1 milioni di euro, a cui si aggiungerà una pari cifra a carico del bilancio nazionale, a favore delle aziende che hanno subito danni indiretti dovuti a provvedimenti sanitari di restrizione alle movimentazioni degli animali e delle merci, fino alla data del 28 settembre 2017.

Il regolamento prevede una serie di indennizzi variabili, a seconda delle tipologie, per le perdite di produzione del pollame e dei riproduttori, per il prolungamento del periodo di allevamento e per l'eliminazione degli animali.

"Con questo provvedimento, le aziende agricole coinvolte otterranno un risarcimento per le perdite subite - afferma il Ministro delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo Gian Marco Centinaio. - Tuttavia il negoziato con la Commissione non è ancora finito, ci stiamo battendo per ottenere un ulteriore sostegno, vista l'esigenza del settore produttivo, per periodo successivo al 28 settembre 2017".


Condividi su: