TSE: report EFSA sulle attività di sorveglianza del 2019

TSE: report EFSA sulle attività di sorveglianza del 2019

È stato pubblicato il nuovo rapporto sulla sorveglianza per la presenza di TSE nel 2019 in bovini, ovini, caprini, cervidi e altre specie, e della genotipizzazione negli ovini

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

20

Novembre
2020

I risultati riportano la situazione del 2019 e si riferiscono a 28 Stati membri e a Islanda, Montenego, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia e Svizzera. In totale sono stato analizzati

In totale, sono stati testati 1.194.945 bovini: 1.150.388 negli Stati membri, con una diminuzione del 2,7% rispetto al 2018, e 44.557 per gli Stati extra UE. Quattro casi di H-BSE sono stati segnalati in Francia e due in Spagna, mentre un caso di L-BSE è stato segnalato dalla Polonia.

In totale, nell’UE sono state testate 338.098 pecore e 143.529 capre, con un aumento del 3,9% in entrambe le specie rispetto al 2018. 997 casi di scrapie sono stati segnalati in ovini nell’UE, 641 casi in più rispetto al 2018. 31 casi di scrapie negli ovini sono stati segnalati da Islanda e Norvegia. Nelle capre, sono stati segnalati 390 casi di scrapie nell’UE, con una riduzione del 25,4% rispetto al 2018, durante il quale erano stati segnalati 523 casi. Questa riduzione è principalmente dovuta alla diminuzione del numero di casi in questi animali in due paesi: Cipro (da 382 a 309) e Spagna (da 91 a 37).

Nel 2019, l’attività di genotipizzazione da campioni casuali delle popolazioni ovine nazionali dell’UE è stata svolta da otto Stati membri: Belgio, Cipro, Francia, Grecia, Italia, Lettonia, Paesi Bassi e Polonia. Escludendo Cipro, il 15,7% delle pecore genotipizzate casualmente mostrava ancora genotipi dei gruppi sensibili.

Con il programma di sorveglianza triennale per la malattia del deperimento cronico (CWD) in sei Stati membri (Estonia, Finlandia, Lettonia, Lituania, Polonia e Svezia) sono stati testati 7.980 cervidi con la conferma di tre casi di CWD in alci selvatici in Svezia. Altri sette Stati membri hanno testato 2.732 cervidi senza risultati positivi. La Norvegia ha testato 30.147 cervidi nel 2019, con due nuovi casi rilevati in due alci. In totale, 122 animali di altre quattro specie segnalate da tre Stati membri sono risultati negativi alle TSE.

Photo credits Sam Carter


Condividi su: