Toscana, Piemonte e Veneto. Da qui vengono i migliori vini per Wine Spectator

Toscana, Piemonte e Veneto. Da qui vengono i migliori vini per Wine Spectator

Questo è il parere della rivista statunitense che dal 1976 si occupa di vino, birra e spiriti e per Vinitaly stila la classifica delle migliori bottiglie italiane

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

30

Marzo
2018

La Toscana è la regione più rappresentata nei Finest Italian Wines: 100 Great Producers, la selezione delle migliori 107 bottiglie di vino italiano per OperaWine, l'evento che a Palazzo della Gran Guardia si svolge alla vigilia di Vinitaly (Veronafiere 15-18 aprile 2018), secondo Wine Spectator. Con 25 delle 107 etichette in lista, la regione di Leonardo si aggiudica il primo gradino del podio seguita da Piemonte con 16 vini, e Veneto con 15 vini.

Dopo le prime tre regioni a grande vocazione vinicola di qualità, seguono la Sicilia (9), la Campania (5), il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia, la Puglia, la Sardegna (4). Nei Finest Italian Wines anche 3 produttori del Trentino Alto Adige, dell'Emilia Romagna, Umbria, nonché 2 dell'Abruzzo, Basilicata, Marche, e 1 nel Lazio, Liguria, Molise e Valle d'Aosta.
Tra i toscani, grande la soddisfazione di Antonio Michael Zaccheo, in classifica con Vigneto Poggio Sant'Enrico - Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2009: "Il cru Poggio Sant'Enrico 2009 per noi produttori della Carpineto rappresenta il culmine della produzione, essendo sangiovese in purezza e combinando l'eleganza di un vino di otto anni con il vigore di un vitigno che a Montepulciano riesce ad ottenere una concentrazione di polifenoli eccezionale: è questo il motivo che ci ha spinto a sceglierlo per rappresentarci ad Opera Wine".
Le cantine al top della classifica della prestigiosa rivista americana sono state annunciate durante Wine2wine da Alison Napjus, senior editor di Wine Spectator, e da Maurizio Danese e Giovanni Mantovani, presidente e direttore generale di Veronafiere. Questi 107 campioni saranno i protagonisti dell'edizione 2018 di OperaWine, l'evento anteprima che ogni anno dà il via a Vinitaly con una degustazione esclusiva dedicata all'eccellenza della produzione enoica italiana riservata ai grandi trader e ai giornalisti delle maggiori testate di settore.


Condividi su: