Tè, un mercato floridissimo

Tè, un mercato floridissimo

Aumentano produzione e vendite grazie alla crescita progressiva dei redditi in Cina e India. Nei prossimi due lustri il mercato di tè verde crescerà del 7,5% l'anno. Ma i cambiamenti climatici minacciano le colture

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

29

Maggio
2018

Negli ultimi anni la domanda sostenuta di Cina e India ha trainato la crescita del consumo e della produzione mondiale del tè e la tendenza continuerà per i prossimi 10 anni. Ma questo andamento potrebbe essere minacciato dai mutamenti climatici previsti proprio nei maggiori Paesi produttori. Questo è lo scenario che emerge dal nuovo Rapporto sul tè del Gruppo Intergovernativo della FAO (IGG), presentato in Cina, a Hangzhou; una crescita che dovrebbe generare nuove opportunità di reddito agricolo e migliorare la sicurezza alimentare nei Paesi produttori.

Il consumo di tè ha avuto una progressione molto rapida in Cina, in India e in altre economie emergenti grazie ai redditi più alti e agli sforzi fatti per diversificare la produzione includendo anche tisane, infusi di frutta e tè aromatizzati di alta qualità.

Per la produzione mondiale di tè nero la crescita prevista è del 2,2% annuo per raggiungere 4,4 milioni di tonnellate nel 2027, in particolare grazie a Cina, Kenya e Sri Lanka. Meglio farà il tè verde, con una produzione prevista in aumento del +7,5% annuo, per arrivare a 3,6 milioni di tonnellate nel 2027; un tasso trainato per lo più dalla Cina, dove la produzione passerà da 1,5 milioni di tonnellate nel 2015-2017 a 3,3 milioni di tonnellate nel 2027.

Ma il tè, fa sapere il rapporto FAO, può essere prodotto solo in condizioni agro-ambientali molto particolari e quindi in un numero molto ristretto di Paesi; cambiamenti di temperatura e degli andamenti delle piogge, con alluvioni e siccità sempre più frequenti, stanno già avendo effetti su raccolti, qualità e prezzi del tè, diminuendo i redditi e mettendo a rischio i mezzi di sussistenza agricoli. Cambiamenti che sono previsti in aumento rendendo necessarie urgenti misure di adattamento.


Condividi su: