Suini neri dei Nebrodi si cibano di rifiuti in discarica abusiva

Suini neri dei Nebrodi si cibano di rifiuti in discarica abusiva

I Carabinieri del Noe di Catania scoprono un centro di stoccaggio illegale a Milazzo. Sequestrato il sito e denunciati i proprietari del deposito e l’allevatore

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Dicembre
2018

Nell’ambito di una serie di controlli di carattere ambientale, i Carabinieri del NOE di Catania, con il supporto del NAS di Catania e della Compagnia Carabinieri di Milazzo, hanno proceduto al sequestro di un area di circa 2.500 mq nella quale erano ammassati ingenti quantitativi di rifiuti organici e speciali pericolosi, tra cui numerosi frigoriferi, televisori e altri Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Il sito era stato di fatto trasformato, da una società di raccolta e trasporto rifiuti, in un vero e proprio centro di stoccaggio abusivo, operante in assenza delle previste autorizzazioni di carattere ambientale.

Nel corso del controllo con grande sorpresa degli operatori delle forze dell’ordine veniva riscontrata la presenza di numerosi suini neri dei Nebrodi allo stato brado, intenti a grufolare tra i grossi cumuli maleodoranti di spazzatura, lasciati liberi e in tranquillità di cibarsi dei rifiuti organici.

Veniva quindi accertato che gli animali provenivano da un allevamento sito a poche centinaia di metri di distanza dall’area oggetto di ispezione e al termine delle operazioni, l’allevamento e oltre 200 suini presenti nello stesso venivano sottoposti a sequestro sanitario dai Carabinieri del NAS coadiuvati da personale del Servizio Veterinario dell’ASP di Milazzo.

In corso accertamenti per verificare potenziali pericoli per la salute causati dal fatto che gli animali si siano cibati di rifiuti.

Il quantitativo e la tipologia di rifiuti rinvenuti è tale da potersi ipotizzare un’illecita attività di gestione, raccolta e smaltimento di rifiuti. Per tale motivo i responsabili del sito sono stati denunciati in stato di libertà e segnalati alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto per gestione illecita dei rifiuti mentre il proprietario dei suini per omessa custodia di animali.

Fonte: Ministero dell'Ambiente


Condividi su: