Slow Food entra negli Autogrill

Slow Food entra negli Autogrill

Da febbraio 2018 i prodotti alimentari selezionati dalla chiocciolina si potranno acquistare in quattro aree del gruppo in Emilia Romagna e Lombardia

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Febbraio
2018

L'accordo di Slow Food con il primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per viaggiatori, presente in 30 Paesi con 4.200 punti vendita, parte da quattro aree di sosta: Autogrill Villoresi Est lungo la Milano Laghi A8, Autogrill Sebino sulla Torino-Trieste A4 e due punti vendita, Bistrot Fiorenzuola d’Arda e Bistrot Bologna Cantagallo, nel tratto emiliano-romagnolo della Milano-Napoli A1.
Dal mese di febbraio nei quattro Autogrill i viaggiatori trovano uno o più scaffali dedicati ai prodotti selezionati da Slow Food Italia, tra cui anche alcuni Presìdi Slow Food, e le principali novità editoriali di Slow Food Editore. Lo spazio è identificato con la Chiocciola, simbolo dell’associazione.

Tra le specialità della Lombardia e dell’Emilia-Romagna che si possono trovare in questa prima fase sperimentale, paste e conserve, confetture e birre, cioccolata e biscotti.

Dalla bassa cremonese arrivano maccheroni, spaghetti, penne e fusilli prodotti solo con grano duro e kamut coltivati in regime biologico in Italia dai soci della cooperativa agricola Iris di Casteldidone.
Il Birrificio Elav di Comun Nuovo, nel bergamasco, porta una selezione di cinque etichette: Grunge IPA, Indian Ale, No War, Punks Do It Better e Uppercut IPA.
Dal varesotto arrivano le specialità dell’arte cioccolataia di Buosi, presente con alcuni assaggi della sua ricca pralineria e con i curiosi cucchiaini di cioccolato. La storica cioccolateria Bardini di Piacenza propone una selezione di monorigine da Venezuela, Equador, Colombia e Cuba, e un ricercato blend.
Chiude la selezione un assaggio della biscotteria lombarda: dalla tradizione pavese, le offelle di Parona, tradizionali e al cacao, prodotte dal Forno Collivasone, mentre la Pasticceria Veniani di Gavirate, nel varesotto, è presente con i Brutti ma Buoni, secondo la ricetta originale del 1878.
Ospiti d’onore al di fuori del territorio di Emilia-Romagna e Lombardia sono il Presidio Slow Food del riso di Grumolo delle Abbadesse e la farina di mais biancoperla tradizionale dal Veneto, anch’esso Presidio Slow Food.
E infine, la selezione di caffè dei Presìdi Slow Food: il Terre alte di Huehuetenango dal Guatemala e il selvatico della Foresta di Harenna dall’Etiopia.

La collaborazione tra Slow Food Italia e Autogrill Spa sarà estesa, nei prossimi anni, in altri punti vendita lungo la rete autostradale italiana, presentando di volta in volta nuovi prodotti del territorio e delle regioni limitrofe.

"Abbiamo avviato la collaborazione con il Gruppo Autogrill con l’obiettivo di aprire una finestra sul territorio che ospita ogni punto vendita, per far conoscere agli automobilisti che viaggiano lungo le autostrade italiane la sorprendente varietà di prodotti artigianali di qualità che ogni luogo di questa nostra Penisola sa esprimere" ha dichiarato Daniele Buttignol, segretario generale di Slow Food Italia. Il sogno è che venga rallentato il viaggio per andare a conoscere queste eccellenze insieme alle storie dei produttori agricoli e degli artigiani.

"Da molti anni collaboriamo con l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo  che riflette l’evoluzione della cultura dell’alimentazione attenta alla valorizzazione delle eccellenze italiane locali e questo nuovo progetto con Slow Food Italia costituisce un’ulteriore frontiera della collaborazione e ha lo scopo più ampio di lavorare assieme alla valorizzazione e al miglioramento dell’offerta commerciale di Autogrill" ha commentato Ezio Balarini Chief Marketing Officer di Autogrill.


Condividi su: