Report Attività Operativa ICQRF 2018

Report Attività Operativa ICQRF 2018

54mila controlli, 561 interventi all'estero e sul web, con un incremento del 90%. Oltre 700 notizie di reato, più del doppio rispetto al 2017

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

07

Febbraio
2019

Si può consultare online, sul sito del MiPAAFT, il Report 2018 dell'attività operativa dell'Ispettorato Centrale Repressione Frodi, con i dettagli sugli interventi contro frodi, usurpazioni, fenomeni di italian sounding e contraffazioni a danno del made in Italy di qualità e dei consumatori, nonché nel contrasto alla criminalità agroalimentare.

I dati parlano di un'attività molto impegnativa che ha riscontrato un alto numero di irregolarità, ma minore rispetto al 2017: quelle rilevate hanno riguardato il 20,3% degli operatori, il 12,4% dei prodotti e 8,7% sono stati i campioni con esito analitico irregolare.

I controlli antifrode sono stati 54.098, di cui 40.301 ispettivi e 13.797 analitici. Gli operatori ispezionati sono stati oltre 25mila e i prodotti controllati circa 53mila.
Il contrasto ai comportamenti criminosi nel settore agroalimentare è stato particolarmente intenso e nel 2018 ICQRF è stato protagonista delle più rilevanti operazioni di polizia giudiziaria. Qualche dato:

  • 721 le notizie di reato (+58% sul 2017) e 4.194 le contestazioni amministrative (+13%). Ad esse si aggiungono 2.629 diffide emesse nei confronti degli operatori;
  • circa 17,6 milioni di kg di merce sequestrata per un valore di oltre 34 milioni di euro;
  • 561 gli interventi fuori dei confini nazionali e sul web a tutela del made in Italy.

I controlli hanno riguardato per l’87% i prodotti alimentari e per il restante 13% i mezzi tecnici per l’agricoltura (mangimi, fertilizzanti, sementi, prodotti fitosanitari).

Con riferimento ai singoli comparti agroalimentari, 17.820 controlli hanno interessato il settore vitivinicolo, 7.157 l’oleario, 5.102 il lattiero caseario, 3.226 il settore della carne, 2.967 l’ortofrutta, 2.666 i cereali e derivati, 2.202 le conserve vegetali, 1.961 le sostanze zuccherine, 911 miele, 679 uova, 516 bevande spiritose e 1.959 altri settori.
I controlli ispettivi e analitici sui mezzi tecnici in agricoltura sono stati nel complesso 6.932.
In settori quali vino e olio d’oliva ICQRF si conferma come Autorità pubblica che svolge il maggior numero di controlli antifrode al mondo.

Le sanzioni

ICQRF è Autorità sanzionatoria per numerose violazioni nell’agroalimentare, anche contestate da altre Autorità di controllo. Nel corso degli anni la competenza sanzionatoria si è estesa e attualmente ICQRF è, tra l’altro, l’autorità competente a irrogare le sanzioni per le violazioni amministrative in materia di: etichettatura dei prodotti alimentari, produzioni a denominazione d’origine e a indicazione geografica protetta (DOP e IGP), vino e prodotti vitivinicoli, produzioni da agricoltura biologica, Organismi Geneticamente Modificati, sementi e materiale di propagazione vegetale, mangimi e materie prime per mangimi.

Nel 2018 ICQRF ha emesso 2.588 ordinanze ingiunzioni di pagamento, per un importo di circa 7 milioni di euro.

In attuazione dei cosiddetti decreti “origine”, riguardanti i prodotti lattiero-caseari, riso, paste di semola di grano duro e pomodoro, ICQRF nel 2018 ha disposto 28 diffide ed elevato 30 contestazioni amministrative.

Tutela fuori confine e su internet

ICQRF è intervenuto a livello internazionale e sul web per la tutela del made in Italy: in qualità di Autorità ex officio per i prodotti DOP e IGP e Organismo di contatto in sede UE per l’Italia nel settore vitivinicolo, ICQRF ha attivato 561 interventi nel 2018. Negli ultimi 4 anni gli interventi ICQRF a tutela dei prodotti italiani fuori dei confini nazionali e sul web sono stati 2.763, risultato che nessun altro Paese europeo può vantare.

Sul web, in particolare, ICQRF ha rinnovato nel 2018 la cooperazione con Alibaba ed Ebay e ha ottenuto risultati anche su Amazon: gli interventi 2018 a tutela delle produzioni italiane sui tre marketplace sono stati 177, con il 99% di successi.

Le cooperazioni con gli altri Organismi di controllo internazionali si sono intensificate nel 2018: 183 sono state le segnalazioni provenienti da Autorità estere per verifiche antifrode richieste all’ICQRF e che hanno dato vita a specifiche azioni di controllo sul territorio da parte degli Uffici territoriali competenti. A livello di cooperazione UE, ICQRF, nell’ambito del sistema Food Fraud Network (FFN) per la cooperazione tra stati membri in caso di frodi, ha ricevuto nel corso dell’anno 41 segnalazioni.

Nel 2018 ICQRF, in qualità di Food Fraud Contact Point (FFCP), ha effettuato 46 segnalazioni verso altri Stati membri.
Numerose sono state le iniziative di cooperazione e formazione attivate da ICQRF nel corso dell’anno in diversi Paesi, non solo europei.
Da ultimo, nel dicembre 2018, ICQRF si è aggiudicata il progetto europeo Twinning in Georgia: Establishing Efficient Protection and Control System of Geographical Indications (GIs) in Georgia.

Report Attività Operativa ICQRF 2018

L'ICQRF è l'organo tecnico di controllo del Ministero, nonché autorità italiana per la protezione dei prodotti DOP e IGP, e tra le principali autorità antifrode nel food a livello internazionale. ICQRF svolge in Italia la vigilanza sugli organismi di controllo (OdC), pubblici e privati, delle produzioni agroalimentari di qualità regolamentata (produzioni da agricoltura biologica, prodotti agricoli e alimentari DOP, IGP e STG, vini a denominazione di origine e a indicazione geografica, carni con etichettatura facoltativa).

Condividi su: