Pesticidi: l'EFSA è vicina alla valutazione del rischio cumulativo

Pesticidi: l'EFSA è vicina alla valutazione del rischio cumulativo

L'Agenzia europea rilascerà entro la fine di quest'anno due valutazioni pilota sugli effetti cumulo dei pesticidi contenuti negli alimenti a carico di tiroide e sistema nervoso

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

23

Aprile
2018

"L'EFSA - dichiara in una nota l'Agenzia con sede a Parma - è in procinto di completare due pietre miliari nella valutazione dei rischi per i consumatori derivanti dall’esposizione contemporanea a più pesticidi". L’iniziativa pilota di valutazioni scientifiche, che hanno esaminato gli effetti cumulo su sistema nervoso e tiroideo umano da esposizione a pesticidi contenuti negli alimenti, dovrebbe essere completata entro la fine di quest’anno. Tutto ciò è stato possibile grazie al Monte Carlo Risk Assessment (MCRA) tool, un software sviluppato dall'Istituto nazionale olandese per la salute pubblica e l'ambiente (RIVM) in stretta collaborazione con Biometris dell'Università e istituto di ricerca di Wageningen. Lo strumento è stato adattato per eseguire valutazioni dell'esposizione cumulativa ai pesticidi nell'ambito di una collaborazione in atto tra EFSA e RIVM.

Il software sarà ulteriormente elaborato e integrato con un modello dati che, una volta sviluppato totalmente, ospiterà tutte le informazioni necessarie per eseguire le valutazioni di legge del rischio cumulativo. EFSA, intanto, ha pubblicato una proposta per il modello dati.
Luc Mohimont, dell’Unità Pesticidi dell'EFSA, ha dichiarato: "La collaborazione tra l'EFSA e il RIVM continua a dare buoni frutti. Abbiamo in programma di costruire e popolare la banca dati nei prossimi tre anni, e da quel momento in poi i valutatori del rischio a livello UE e nazionale avranno lo strumento per eseguire tali sofisticate valutazioni".

Modello dati e metodologia

Un modello dati descrive le interrelazioni logiche e i flussi tra i diversi elementi di dati. Definisce inoltre il modo in cui i dati vengono memorizzati e recuperati. Un modello di dati è fondamentale per creare una banca di dati standardizzati e compatibili tra loro.

Le sostanze da prendere in considerazione nelle valutazioni riguardanti tiroide e sistema nervoso sono state individuate dagli esperti di pesticidi dell'EFSA utilizzando una metodologia appositamente studiata per classificare i pesticidi in “gruppi per la valutazione del rischio cumulativo” (CAG in breve). Nei prossimi anni saranno definiti CAG per altri organi, tessuti e sistemi come fegato, reni, occhi e apparato riproduttivo e dello sviluppo. La metodologia si basa sul presupposto che i pesticidi che causano gli stessi effetti specifici possono produrre tossicità cumulativa congiunta, anche se non hanno modi di azione simili.

Il regolamento UE sui livelli massimi di pesticidi negli alimenti (LMR) prescrive che le decisioni sugli LMR debbano tenere conto degli effetti cumulo dei pesticidi man mano che i metodi per valutare tali effetti diventano disponibili. Inoltre il regolamento che disciplina l'immissione dei pesticidi sul mercato stabilisce che i pesticidi non devono avere effetti nocivi - nemmeno effetti cumulo - sull’uomo.


Condividi su: