Pesca. Marchio di sostenibilità alle draghe? Una beffa

Pesca. Marchio di sostenibilità alle draghe? Una beffa

Lo sostiene Greenpeace in relazione alla richiesta di certificazione della pesca nella laguna veneta che darebbe il "Marine Stewardship Council" alle vongolàre

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Ottobre
2017

Le vongolàre o draghe idrauliche, potrebbe presto ottenere l'imprimatur di sostenibilità ambientale MSC - Marine Stewardship Council. Il marchio internazionale di certificazione dei prodotti ittici sostenibili aveva infatti avviato all'inizio dell'anno un processo di valutazione per la certificazione delle vongole della laguna veneta. Lo denuncia Greenpeace ricordando che questo attrezzo di pesca, ampiamente utilizzato in Italia, consiste in una struttura rigida trainata sui fondali che emette potenti getti d'acqua in modo da smuovere la sabbia e catturare i molluschi, e "comporta un notevole impatto sugli habitat marini e gli altri organismi che li popolano".

"Un marchio di sostenibilità per le draghe idrauliche - dichiara Serena Maso, campaigner Mare Greenpeace Italia - sarebbe una vera e propria beffa, a danno non solo dei consumatori e dell'ambiente, ma anche di quei pescatori che realmente praticano una pesca sostenibile e che ora potrebbero vedere queste flotte distruttive equiparate alla pesca artigianale".


Condividi su: