Pesca, la proposta di legge è stata approvata alla Camera

Pesca, la proposta di legge è stata approvata alla Camera

Gli obiettivi che si è prefissato il Ministero delle Politiche Agricole sono semplificare la normativa del settore, sostenere nuovi modelli più sostenibili, tutelare il reddito delle imprese

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

21

Settembre
2017

Il MiPAAF ha comunicato che è stata approvata alla Camera la proposta di legge sulla pesca, che ora passa all'esame del Senato. Lo scopo è dare una risposta organica al settore, puntando su semplificazione, tutela del reddito e competitività. La proposta dà delega al Governo in materia di riordino della normativa e di concessioni demaniali per la pesca, l'acquacoltura e le licenze di pesca.
Stando al parere del Ministro Maurizio Martina "Si tratta di un intervento ampio che consentirà di dare risposte concrete a un comparto che ha grandi margini di crescita e promuovere modelli sostenibili e innovativi".

La proposta di legge contiene anche la riforma degli interventi compensativi a favore degli operatori ittici, con strumenti di welfare strutturati: nel disegno, infatti, sono previste forme di sostegno al reddito per tutti i casi di sospensione dell'attività di pesca stabiliti dall'autorità competente, favorendo la tutela dei livelli occupazionali e prevedendo forme alternative di impiego. 

Queste le principali misure contenute nella proposta di legge:

  • L'istituzione di un Fondo per lo sviluppo delle filiera ittica di 3 milioni di euro per il 2018, per la modernizzazione del settore e il sostegno alle imprese.
  • La delega al Governo per l'elaborazione di un testo unico per il riordino e la semplificazione della normativa di settore.
  • La delega del Governo per il riordino della normativa in materia di concessioni demaniali per la pesca e l'acquacoltura e le licenze di pesca.
  • La valorizzazione degli aspetti socio-culturali delle attività di ittiturismo e pesca turismo e l'intervento sui distretti ittici, istituiti per aree marine omogenee dal punto di vista ecosistemico, conciliando la sostenibilità ambientale con la sostenibilità economica e sociale.
  • La rimodulazione di alcune delle sanzioni per gli illeciti amministrativi introdotti per molte fattispecie legate alla pesca illegale.

Condividi su: