Perla Marina, il primo spumante brut Moscato del Val di Noto

Perla Marina, il primo spumante brut Moscato del Val di Noto

La cantina Feudo Ramaddini di Marzamemi ha presentato un vino dal gusto fresco e dal profumo intenso, fortemente connotato dalla terra di origine

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Settembre
2017

Nasce il primo spumante brut Moscato di Noto. A firmarlo la cantina Feudo Ramaddini di Marzamemi: si chiama “Perla Marina”, è piacevole in bocca, dal gusto delicato, fresco, armonico, ben strutturato e persistente, e offre una versione nuova e particolare del vitigno tipico di questa zona della Sicilia orientale: il Moscato di Noto, appunto.

Indicato per gli aperitivi, primi piatti e pesce, “Perla Marina” si presenta alla vista dal colore paglierino brillante con sfumature verdi. All’olfatto è invece intenso e delicato, persistente con ricordi di fiori d'arancio, mela golden e crosta di pane.

Elegante l’etichetta ideata dall’architetto Rosa Cerruto e da Luca Giunta, in cui primeggia Afrodite, dea dell’amore e della bellezza, nata dalla spuma del mare, a simboleggiare il forte legame di questo vino con la sua terra di origine, legami che sono evidenziati anche dalla scelta del nome, Perla Marina, a richiamare il perlage e la vicinanza con il mare di un vino particolare ed innovativo proprio perché si tratta di un Moscato di Noto, vinificato in brut, il primo nel suo genere.

Lo spumante brut “Perla Marina” è stato degustato in anteprima in occasione della manifestazione “Calici di Stelle”. Al momento sono quattromila le bottiglie prodotte con metodo Charmat.
Feudo Ramaddini aggiunge dunque una nuova etichetta alle sue produzioni: nel cuore del Val di Noto, a poche centinaia di metri da Marzamemi, la giovane cantina si conferma realtà vitivinicola in espansione che vuole abbinare con equilibrio tradizione e innovazione.


Condividi su: