Nuovo Piano nazionale di controllo delle Salmonellosi negli avicoli

Nuovo Piano nazionale di controllo delle Salmonellosi negli avicoli

Il Piano del Ministero della Salute si applicherà al 2019, 2020 e 2021. Importanti le modifiche per il raggiungimento degli obiettivi nazionali di riduzione di Salmonella

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

25

Febbraio
2019

Con nota del 21 febbraio la Direzione Generale della Sanità Animale ha diffuso il nuovo Piano Nazionale di Controllo delle Salmonellosi negli avicoli. Il Piano, approvato dalla Commissione Europea, si applicherà agli anni 2019, 2020 e 2021. Dettagliate le modalità per il raggiungimento degli obiettivi nazionali di riduzione della prevalenza dei sierotipi di Salmonella rilevanti per la salute pubblica nelle popolazioni avicole. Completamento dei controlli entro il 31 dicembre di ogni anno.

Il nuovo Piano nazionale e sostituisce integralmente i precedenti. Di seguito si riportano le principali modifiche al Piano:

  • Punto 2 - L’ applicazione di un Piano di Autocontrollo aziendale (PdAA) semplificato deve essere registrata in Banca Dati Nazionale (BDN) dai Servizi Veterinari territorialmente competenti.
  • Punto 4.3.2 - Trasmissione di isolati al Centro di Referenza Nazionale per l’Antibioticoresistenza (CRNAR) e analisi del profilo di antibioticoresistenza – gli isolati da inviare al CRN-AR saranno corredati dal codice univoco di prelievo riportato sulla scheda di accompagnamento campioni e dalle informazioni relative al numero progressivo (se da uno stesso gruppo o da uno o più campioni sono stati isolati diversi sierotipi) e qualora necessario dalla matricediorigine. I dati anagrafici a corredo degli isolati inviati al CRN-AR verranno forniti direttamente dal Sistema Informativo Salmonellosi (SISalm) utilizzando il codice univoco di prelievo;
  • Punto 7.3 - Conferma ufficiale in casi eccezionali di sospetto di risultati errati – la tempistica con cui si potrà richiedere il campionamento è limitata a 7 giorni dalla data del rilascio del rapporto di prova (esito); superato il limite dei 7 giorni le richieste non verranno prese in considerazione;
  • Punto 8.1 - Schede di accompagnamento campioni –Ogni scheda prodotta dall’applicativo BDN sarà identificata con un codice univoco di prelievo riportato sulla scheda in chiaro e con codice a barre. L’uso della scheda prodotta da BDN è obbligatorio nel caso di campioni ufficiali.
  • Punto10.5 - Riscontro di Salmonella Infantis (solo per i riproduttori Gallus gallus)– Descrizione delle misure sanitarie nei confronti dei gruppi di riproduttori Gallus gallus positivi a Salmonella Infantis a ai sensi del D.M. 4 febbraio 2013 concernente le condizioni e modalità di abbattimento di cui al Piano nazionale di controllo di Salmonella Enteritidis, Typhimurium, Hadar, Virchow e Infantis, nei riproduttori della specie Gallus gallus, così come modificato dal decreto del Ministro della Salute 26 novembre 2018 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 gennaio 2019 n. 12;
  • Punto 14 Reportistica - Viene modificata la tempistica delle registrazioni dei campionamenti in SISalm così come da nota prot. n. 0023943 del 26/09/2018;
  • Punti 17 e 18 - Indennizzi e Rendicontazione tecnico-finanziaria. Descrizione delle modalità di indennizzo e di rendicontazione finanziaria così come da nota n. 0009140 del 06/04/2017.

Nota di trasmissione

Piano nazionale di controllo delle Salmonellosi negli avicoli 2019-2021

Fonte: SIVeMP Veneto


Condividi su: