Maurizio Martina alla FAO

Maurizio Martina alla FAO

Lascia la Camera: sarà Vicedirettore generale aggiunto dell'organizzazione delle Nazioni Unite

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

13

Gennaio
2021

Maurizio Martina, ex Ministro delle Politiche agricole con delega all’Expo 2015, si dimette da deputato per assumere l’incarico di Special Advisor e Vicedirettore generale aggiunto dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura. L'annuncio arriva con un post su Facebook del già segretario PD: "Come tanti possono capire, si tratta di una scelta carica di forti emozioni personali: dopo più di vent'anni di militanza politica diretta, compio un passo nuovo nell'esperienza diplomatica internazionale. Ringrazio il Direttore QU Dongyu per la fiducia e il Governo per aver seguito la proposta tramite il prezioso lavoro del Ministro degli Esteri e della Farnesina oltre che della nostra Rappresentanza permanente".

Maurizio Martina ha militato sin da giovane nella sinistra giovanile lombarda e ne 2010 viene eletto nel Consiglio regionale in Lombardia. Nel 2013 ottiene l'incarico a Roma di sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali nel governo Letta. Nel 2014 è promosso a Ministro dall’allora premier Matteo Renzi e mantiene la carica anche nel successivo governo presieduto da Paolo Gentiloni. Nel 2018 viene eletto in Parlamento, alla Camera, e i dem lo scelgono come segretario reggente del partito dopo le dimissioni di Matteo Renzi, carica che ricoprirà da marzo a novembre.

"In questi anni ho sempre cercato di dare il massimo per supportare, a livello nazionale e non solo, una nuova visione delle responsabilità che ci riguardano sui temi cruciali della sovranità e della sicurezza alimentare legati all’equità dello sviluppo agricolo, alla dignità delle persone coinvolte, alla resilienza dei territori", scrive ancora su Facebook. "Ora si apre per me la possibilità di continuare questo impegno al servizio di una straordinaria esperienza multilaterale come la FAO lavorando sui temi dell’agenda G20, del prossimo Food Summit promosso dall’ONU e sul progetto della Food Coalition presentato proprio dall’Italia. Io credo in una nuova stagione della cooperazione multilaterale, che si misuri senza reticenze anche coi suoi limiti, per offrire oggi e in futuro le giuste risposte alla comunità internazionale”.

Tante gli auguri fatti dai colleghi, ma a Martina sono arrivate anche le congratulazioni di FederBio: "Siamo molto soddisfatti per questo prestigioso incarico internazionale assegnato a una figura estremamente competente come Maurizio Martina, che abbiamo avuto occasione di apprezzare nel ruolo di Ministro delle politiche agricole. Siamo certi che le conoscenze, l’esperienza maturata e il grande spessore umano lo aiuteranno ad affrontare con determinazione le nuove sfide internazionali, garantendo equilibrio e imparzialità. Facciamo a Martina i migliori auguri di buon lavoro."


Condividi su: