Maltempo, la mappa dei disastri

Maltempo, la mappa dei disastri

Sommersi e salvati. Confagricoltura fa un primo rendiconto dei danni: Liguria, Lazio, Lombardia, Veneto, Emilia, Puglia, Calabria, Sicilia... sono poche le regioni che si salvano. In arrivo un'altra perturbazione

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

31

Ottobre
2018

Arriva la mappa dei danni per l'ondata di maltempo che ha appena colpito tutto il Paese e che rischia di abbattersi nuovamente nelle prossime ore. Lo fa sapere Confagricoltura, nell'esprimere profondo cordoglio per le vittime e rendendosi da subito disponibile a fornire supporto e trattori per iniziative di soccorso su tutto il territorio. Un gravissimo lutto che ancora una volta mette in evidenza la fragilità del Paese, con comuni a rischio frane e alluvioni dove manca manutenzione e cura costante.

Per quanto riguarda la situazione dei terreni e delle attività agricole, la Liguria si avvia a chiedere lo stato di emergenza per colture e serre devastate.
Nel Lazio la situazione è grave nel sud pontino con centinaia di ettari di colture ortofrutticole sott'acqua, da Cori a Fondi.
In Piemonte i danni maggiori si sono registrati nei campi nel Canavese (Torino), nell'Astigiano, nell'Albese (Cuneo) e nell'Alessandrino.
Se in Lombardia è colpita soprattutto la provincia di Bergamo, in Veneto ad avere la peggio è il bellunese, con situazioni critiche anche nel Polesine.
Per quanto riguarda l'Emilia Romagna sono giunte segnalazioni da Reggio Emilia e Piacenza dove il vento ha danneggiato filari di vite, alberi, stalle e capannoni.
In Campania gravi i problemi nel casertano dove è straripato il Volturno provocando danni alla raccolta delle olive del 30%.
Danni anche in Puglia nel barese, nel foggiano e nel Salento soprattutto per le raffiche di vento.
In Toscana hanno sofferto in particolare le campagne di Livorno e Grosseto, anche qui con il 40% di olive a rischio.
In Abruzzo, segnalazioni di danni nel teramano, mentre in Sardegna nel solo oristanese si contano milioni di danni.
E ancora in Sicilia nel catanese continua il lavoro anche per la stima dei danni da alluvione dei giorni scorsi.
Colpita gravemente anche tutta la Calabria.


Condividi su: