Legge di Bilancio 2020 - 2022: 600 milioni per l'agroalimentare

Legge di Bilancio 2020 - 2022: 600 milioni per l'agroalimentare

Inizia l'iter di approvazione per la Legge di Bilancio che conferma l'azzeramento dell'IRPEF agricola e prevede interventi per giovani, donne, tutela del made in Italy. "Salvo intese"

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

08

Novembre
2019

L'attuale Governo Conte ha inviato il testo della Legge di BIlancio 2020 al Senato il 2 novembre 2019, dando il via all'iter parlamentare che dovrà condurre entro il 31 dicembre 2019 all'approvazione definitiva della nuova manovra, dopo il via libera di Senato e Camera. La bozza è stata approvata "Salvo Intese" dal Consiglio dei Ministri lo scorso 15 ottobre.

Per il settore agroalimentare, il MiPAAF ho reso noti i provvedimenti salienti, dotati di scarsi strumenti finanziari: 600 milioni di euro in tre anni, oltre a quelli già attivati per il settore
Ecco le principali misure per la filiera:

AZZERATA IRPEF AGRICOLA
Confermato l'azzeramento dell'IRPEF per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali. La misura vale 200 milioni di euro annui e si aggiunge alla cancellazione stabile dell'IMU sui terreni agricoli e dell'IRAP, per un beneficio fiscale complessivo di 1 miliardo di euro. 

CIMICE ASIATICA: 80 MILIONI
80 milioni di euro nel triennio per ristoro dei danni provocati dalla cimice asiatica. È questa la dotazione destinata al Fondo di solidarietà per intervenire a supporto delle imprese danneggiate dalla diffusione dell'insetto, in particolare nelle regioni del Nord. 

GIOVANI, AZZERAMENTO CONTRIBUTI PREVEDENZIALI
Per i giovani che aprono un'impresa agricola sarà lo Stato a pagare i contributi previdenziali per i primi 24 mesi. 44 milioni di euro di spesa per far nascere nuove imprese condotte da under 40. 

BONUS "DONNE IN CAMPO"
Un fondo rotativo da 15 milioni di euro per garantire mutui a tasso zero per le donne che sono imprenditrici agricole o che lo vogliono diventare. Una misura concreta per favorire gli investimenti al femminile nel settore primario, dove oggi una impresa su tre è condotta da donne. 

FONDO PER LA COMPETITIVITÀ
30 milioni di euro complessivi nel biennio 2020-2021 a sostegno dell'agroalimentare made in Italy, con interventi per il rafforzamento della competitività delle filiere, a partire dalle produzioni d'eccellenza e dai mercati più importanti. Per la filiera grano pasta sono previsti 30 milioni di euro per i contratti di filiera, a cui si aggiungono 10 milioni del 2019. 

GARANZIE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L'AGRICOLTURA DI PRECISIONE E LA BLOKCHAIN
30 milioni di euro finalizzati ad azzerare il costo delle garanzie per gli imprenditori agricoli e per facilitare l'accesso al credito per gli investimenti in innovazione tecnologica, agricoltura di precisione e tracciabilità dei prodotti. 

PESCA, INDENNITÀ 2019 PER FERMO OBBLIGATORIO
È confermata la copertura per garantire l'indennità del fermo pesca obbligatorio per i lavoratori dipendenti.Nella legge di bilancio viene assicurata la copertura ai lavoratori della pesca dell'indennità 2019, recuperando i ritardi precedenti dal momento che la misura non risultava coperta. Sarà dunque assicurato il riconoscimento dell'indennità giornaliera pari a 30 euro per il periodo di sospensione dell'attività lavorativa nel 2019. 

COLLEGATO AGRICOLTURA
È previsto un disegno di legge collegato alla manovra dedicato al settore agricolo. "Si tratta di uno strumento utile per il mondo agricolo e agroalimentare - afferma il MiPAAF - con il primo obiettivo che è semplificare. Insieme a questo il Collegato sarà utilizzato per dare prospettiva e futuro alle imprese agricole e si dovrà coordinare con il lavoro per il Piano strategico nazionale".   


Condividi su: