La sicurezza alimentare in Italia

La sicurezza alimentare in Italia

In occasione del primo World Food Safety Day, il Ministero della Salute fa il punto sull'articolato sistema di controlli del nostro Paese capace di sequestrare 1.652 strutture e comminare sanzioni per 16 milioni di euro

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

10

Giugno
2019

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 7 giugno Giornata Mondiale della sicurezza degli alimenti, un'occasione per riflettere su qualcosa che noi occidentali spesso diamo per scontato: la sicurezza degli alimenti. Il cibo non sicuro, al contrario, causa nel mondo malattie di origine alimentare che colpiscono ogni anno circa 600 milioni di persone e rappresentano un grave onere per la salute umana, in particolare per i bambini e le persone che vivono in regioni a basso reddito, e un ingente costo economico.

Obiettivo della giornata è promuovere la corretta informazione dei cittadini e la loro consapevolezza in merito agli aspetti di sicurezza e di affidabilità dei sistemi ufficiali di controlli degli alimenti, con particolare attenzione alle conseguenze degli alimenti non sicuri sulla salute a livello globale.

I controlli ufficiali in Italia

"L’Italia è all’avanguardia nel mondo nella sicurezza alimentare. Il sistema di controlli dispone di eccellenti professionalità e delle regole più avanzate", ha dichiarato il ministro Giulia Grillo in occasione della Giornata. Il nostro Paese, con le diverse articolazioni, Ministero della Salute, Regioni, Aziende Sanitarie Locali, con i servizi veterinari e di igiene degli alimenti, Istituto Superiore di Sanità e Istituti Zooprofilattici Sperimentali, dispone di un'organizzazione a garanzia della sicurezza degli alimenti lungo tutta la filiera.
Questa attività è, inoltre, potenziata dall'attività dei Carabinieri per la tutela della salute (NAS) che contrastano e reprimono i reati contro la salute pubblica, tra cui anche quelli alimentari.

Le attività del Servizio Sanitario Nazionale

Nel 2017

  • circa 849mila ispezioni effettuate presso gli stabilimenti di produzione, trasformazione, deposito, trasporto, vendita al consumatore finale e somministrazione
  • oltre 100mila campioni di alimenti, bevande e materiali a contatto con alimenti prelevati e analizzati
  • oltre 400mila analisi effettuate (compresa la ricerca dei residui di prodotti fitosanitari, come ad esempio pesticidi e antiparassitari)
  • circa 195mila partite di alimenti di origine animale e vegetale controllate all’importazione in Italia.

Nel 2018:

  • l’Italia ha trasmesso, attraverso il sistema di allerta rapido europeo (RASFF), 398 notifiche di rischi diretti o indiretti per la salute pubblica connessi ad alimenti e mangimi.
Le attività dei Carabinieri NAS

La lotta alle frodi, sofisticazioni e contraffazioni nel settore dell’alimentazione è una delle attività di controllo e contrasto di fenomeni illeciti che possono ledere la salute dei cittadini eseguite dal Comando per la Tutela della Salute (NAS), d’intesa con il Ministero della Salute e con il supporto specialistico degli organi dipendenti dal Dicastero (Istituto Superiore di Sanità, Uffici periferici e doganali, Istituti Zooprofilattici Sperimentali).
In tema di sicurezza alimentare, ecco i principali risultati delle attività dei Carabinieri NAS nel 2018:

  • 31.479 controlli (nel 34% dei casi è stato registrato un esito non conforme)
  • 18.529 illeciti amministrativi e 2.137 illeciti penali
  • 13 persone arrestate, 1.605 denunciate all’Autorità giudiziaria e 10.006 segnalate all’Autorità amministrativa
  • 1.652 strutture sequestrate e 24mila tonnellate di alimenti
  • elevate sanzioni per un totale di 16 milioni di euro.

Approfondimenti
"Piano nazionale integrato 2015-2019"
"Vigilanza e controllo degli alimenti e delle bevande in Italia - anno 2017"
"Relazione Piano nazionale ricerca residui - dati 2017"
"Relazione RASFF Sistema di Allerta Rapido per Alimenti e Mangimi - dati 2018"
"NAS notizie"
"Area tematica Sicurezza alimentare"
"FAO - Codex alimentarius World Food Safety Day"
"OMS - Food Safety"


Condividi su: