La  mozzarella di Bufala campana DOP sarà tutelata negli USA

La mozzarella di Bufala campana DOP sarà tutelata negli USA

Il Consorzio ha firmato a Caserta un accordo con il "Consortium of common food names" in cui si stabilisce che "qualsiasi richiamo testuale o grafico al territorio di produzione su un prodotto similare lede i diritti della DOP campana"

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

07

Agosto
2019

Un accordo storico sulla protezione della denominazione Mozzarella di Bufala Campana DOP negli USA è stato firmato a Caserta, presso la sede del Consorzio, dal presidente Domenico Raimondo, e dal vice presidente del US Dairy e direttore del Consortium of common food names, Jaime Castaneda.

L'intesa garantisce maggiore trasparenza nei confronti dei consumatori facendo chiarezza sul libero utilizzo del nome mozzarella per indicare una tipologia di formaggio; l'unicità del prodotto campano sarà da oggi invece tutelata. I due enti, infatti, riconoscono il carattere distintivo della denominazione Mozzarella di Bufala Campana DOP e il documento congiunto stabilisce che "qualsiasi richiamo testuale o grafico al territorio di produzione su un prodotto similare lede i diritti della Dop campana".
Al tempo stesso però "si concorda poi sul libero utilizzo del termine Mozzarella per definire un formaggio prodotto secondo quanto previsto dal Codex Alimentarius e dello standard Food and Drug Adminsitration Usa".

Si tratta di un accordo storico che potrebbe aprire la strada a un nuovo dialogo sulla protezione dei prodotti di origine negli Stati Uniti e anche nei mercati globali, nel rispetto dei diritti delle aziende di produrre prodotti generici.

"Abbiamo scelto la strada del dialogo senza atteggiamenti pregiudiziali - ha commentato Domenico Raimondo -. Ci auguriamo che questo nostro accordo possa presto estendersi ad altri formaggi e portare alla risoluzione dei problemi. evitando chiusure protezionistiche".

"Questo accordo porterà chiarezza ai consumatori americani e globali - ha puntualizzato Jaime Castaneda - proteggendo al contempo la loro capacità di scegliere tra un’ampia selezione di prodotti alimentari di alta qualità. Si tratta di un passo importante per proteggere i diritti dei produttori di formaggi dai nomi generici e dei titolari delle indicazioni geografiche".

Il giro d'affari della Mozzarella di Bufala Campana DOP è di 400 milioni di euro alla produzione, e d750 al consumo. La quota di vendite all’estero è oggi del 33,4% e il mercato USA copre il 7%, rappresentando il principale sbocco extra-UE con enormi margini di ampliamento.


Condividi su: