La Linea Verde cresce ancora in Italia e all'estero

La Linea Verde cresce ancora in Italia e all'estero

+ 6% il fatturato del 2017 grazie anche alle nuove referenze. Previsti piani di sviluppo all'estero con l'acquisto di un sito produttivo in Spagna e l'apertura di uno in Serbia

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

16

Gennaio
2018

Il Gruppo La Linea Verde chiude il 2017 con un fatturato stimato di 238 milioni di euro, in crescita del 6% sul 2016. Una performance trainata dagli ottimi risultati di mercato in Italia, dove continuano i lavori di ampliamento del sito produttivo principale nel bresciano, e grazie anche al business oltre confine.

“Sono davvero eccellenti i risultati per La Linea Verde come produttore di zuppe con una forte crescita de Le Zuppe Fresche DimmidiSì - sottolinea Andrea Battagliola, direttore commerciale de La Linea Verde -  In generale, l’offerta della nostra marca ha registrato una netta crescita, in particolar modo, oltre a quelle delle zuppe, sono notevoli le performance del Burger Fresco e delle Insalatone Arricchite”.

Sul versante estero, grazie alla sede spagnola Vegetales Línea Verde Navarra e ai flussi export indirizzati quasi a tutta l’Europa il fatturato tocca la quota del 35% del totale. Proprio oltre confine si inquadrano alcune azioni di sviluppo aziendale per il nuovo anno. La Linea Verde, attraverso la società partecipata spagnola Vegetales Línea Verde Navarra, ha raggiunto un accordo con il Gruppo Elaborados Naturales per l’acquisizione del sito produttivo di Lodosa. La sede produttiva è specializzata nella produzione di salse, insalata russa e panini.

“Con l’acquisizione della fabbrica di Lodosa, che impiega attualmente 150 persone e può contare su una capacità produttiva superiore a 200 tonnellate giornaliere - spiega Domenico Battagliola, Vicepresidente de la Linea Verde - Vegetales Línea Verde Navarra accelera la crescita in Spagna, mercato in cui è presente da 10 anni, iniziando inoltre a essere il fornitore di Mercadona anche per la categoria di salse, panini insalata russa e affini”.

Il piano di sviluppo all’estero si estende anche all’Europa dell’Est con l’obiettivo di fornire, durante tutto l’anno, i Paesi di quest’area grazie all'apertura di una sede commerciale e uno stabilimento produttivo di IV gamma in Serbia (superficie produttiva iniziale di 6.000 m2).


Condividi su: