La cottura sottovuoto elimina la Salmonella dalle uova

La cottura sottovuoto elimina la Salmonella dalle uova

Lo studio, condotto dall'australiana Flinders University, dimostra che nove minuti di cottura con una tecnica ripetibile nelle cucine commerciali, decontamina le uova dal patogeno

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

11

Febbraio
2020

La soluzione per debellare la salmonella dalle uova c'è, e risiede in un metodo che impiega apparecchiature trovate comunemente nelle cucine commerciali e anche casalinghe. Lo afferma uno studio della Flinders University coordinato da Thilini Piushani Keerthirathne, dell'Environmental Health Group, afferente al College of Science and Engineering, e pubblicato sulla rivista scientifica Foodborne Pathogens and Disease.

Il batterio Salmonella enterica serovar Typhimurium (ST) è una delle principali cause di gastroenterite di origine alimentare in tutto il mondo, con la maggior parte dei focolai che sono legati a uova, carne di pollame, maiale, manzo, latticini, frutta a guscio e prodotti freschi.
Uno dei problemi frequenti è associato alla contaminazione dei gusci d'uovo con il batterio.

Gli studiosi sono riusciti a decontaminare le uova mettendole in un sistema di cottura sottovuoto con acqua riscaldata a 57° C. La decontaminazione completa dalla Salmonella è stata ottenuta trattando le uova per 9 minuti.

Questo metodo fornisce un approccio semplice che può essere adottato da cuochi, operatori del settore alimentare e nelle case dotate dell'apparecchiatura di cottura sottovuoto per ottenere uova sicure prima della preparazione di prodotti a base di uova crude.

A Successful Technique for the Surface Decontamination of Salmonella enterica Serovar Typhimurium Externally Contaminated Whole Shell Eggs Using Common Commercial Kitchen Equipment


Condividi su: