L'UE vieta l'utilizzo dei neonicotinoidi

L'UE vieta l'utilizzo dei neonicotinoidi

Arriva finalmente la risoluzione della Commissione europea che mette al bando l'uso in campo aperto dei pesticidi esiziali per le api. Rimane il permesso di utilizzarli in serra

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

27

Aprile
2018

Storica decisione dell’Europa che dopo battaglie decennali condotte da organizzazioni non governative, associazioni a tutela dell'ambiente e semplici cittadini ha bandito l’uso in campo aperto dei tre insetticidi più diffusi al mondo. Lo scorso marzo l’EFSA aveva ribadito l'estrema pericolosità per le api e, in generale, per gli invertebrati come appunto gli insetti, dei neonicotinoidi clothianidin, imidacloprid e thiamethoxam: la Commissione europea ha richiesto la restrizione del loro uso in campo aperto, incontrando la resistenza di alcuni Stati membri ma il voto di oggi ha approvato a maggioranza qualificata la proposta di divieto.

L'impiego dei principi attivi, che è molto diffuso in agricoltura, sarà consentito solo in serra. La decisione segue restrizioni già imposte dall'UE nel 2013. L'Italia ha votato in favore della proposta di divieto insieme ad altri 15 Paesi.

Lo stop ai tre pesticidi, che sarà applicabile dalla fine del 2018, arriva dopo due tentativi falliti da parte della Commissione di mettere ai voti la sua proposta.


Condividi su: