L'Italia è il terzo produttore di formaggi in Europa

L'Italia è il terzo produttore di formaggi in Europa

Ammonta a 1,3 milioni di tonnellate la produzione italiana di latticini. Siamo dietro Germania e Francia. I formaggi tedeschi sono i più esportati

Questo sito utilizza cookies per facilitare la navigazione del sito.
Se navighi su foodandtec.com, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Consulta le Modalità di trattamento dei dati personali

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

21

Gennaio
2019

Nel 2017 l'Italia è stata tra i primi tre produttori di formaggi dell'Unione europea. L'hanno preceduta Germania, che detiene la leadership, e Francia con il secondo posto. Il dato economico emerge dal rapporto Eurostat sull'analisi del comparto. 

Lo studio, realizzato per documentare la provenienza dei prodotti lattiero-caseari, certifica che nel 2017 l'Unione europea ha prodotto 10,2 milioni di tonnellate di formaggio, con i tedeschi produttori di 2,2 milioni di tonnellate (pari al 22% del totale UE), i francesi 1,9 milioni di tonnellate (19%) e gli italiani 1,3 milioni (12%).

Il totale dell'export degli Stati membri dell'UE è stato di 5,2 milioni di tonnellate di formaggio, di cui 4,4 milioni di tonnellate commercializzate all'interno dell'Unione europea. Il valore complessivo è di 20,8 miliardi di euro. 

La Germania è prima per l'export (1,2 milioni di tonnellate, 23% delle esportazioni totali degli Stati membri dell'UE), seguita dai Paesi Bassi (0,9 milioni di tonnellate, 17%) e dalla Francia (0,7 milioni di tonnellate, 13%).

Fuori dai confini dell'Unione sono state esportate 830.000 tonnellate di formaggio, in particolare 140.000 tonnellate sono arrivate negli Stati Uniti (17% delle esportazioni totali extra UE di formaggi) e in Giappone (95.000 tonnellate, 11%).


Condividi su: