L'internazionalità sarà di casa a Ipack-Ima & Meat-Tech

L'internazionalità sarà di casa a Ipack-Ima & Meat-Tech

A pochi giorni dall'apertura, l'evento milanese dedicato al processing & packaging si profila come un appuntamento a forte valenza internazionale. In crescita la registrazione di visitatori e operatori esteri per le otto business community di riferimento

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

23

Maggio
2018

Sarà l'internazionalità, oltre all'innovazione, uno dei risvolti più caratterizzanti dell'edizione 2018 di IPACK-IMA & MEAT-TECH, il più importante appuntamento fieristico per il processing & packaging food e non food, in calendario presso Fiera Milano dal 29 maggio al 1° giugno.

Le due manifestazioni si svolgeranno in modo congiunto. IPACK-IMA, in particolare, ha potuto contare su importanti partnership internazionali. Prima fra tutte quella con Interpack, che ha supportato la promozione internazionale, a cui si è aggiunta la certificazione del Us Department of Commerce, che ha inserito IPACK-IMA tra le fiere di rilevanza internazionale per le aziende statunitensi.

La fiera conta 546 espositori esteri provenienti da 45 Paesi, pari al 37% dei 1.475 complessivi, in crescita del 17% rispetto all'edizione 2015. Buoni i numeri sui visitatori preregistrati, che ad oggi viaggiano su percentuali superiori al 20% del totale (60.700 sono ad oggi i preregistrati alle due fiere e gli interessati a visitarle già a Rho per visitare le altre fiere dell'Innovation Alliance). Il maggior numero di richieste di pre-accredito quest'anno è arrivato da Cina, India, Svizzera, Germania, Spagna, Francia, Turchia, Grecia, Inghilterra, Israele, Portogallo, Romania, Kosovo, Polonia, Croazia, USA, Slovenia, Egitto, Algeria, Olanda e Tunisia.

L'elevato tasso di internazionalità delle manifestazioni ha consentito il loro inserimento nel piano straordinario di promozione del sistema fieristico nazionale finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso ICE-Agenzia con uno stanziamento di 1,2 milioni di euro a beneficio dell'Innovation Alliance. La presenza di buyer profilati selezionati da ICE-Agenzia, che si uniranno ai visitatori internazionali in arrivo a Milano, contribuiranno a rendere la manifestazione ancora più internazionale.

La delegazione più numerosa sarà quella indiana, capitanata da un alto funzionario del Ministero indiano del food processing interessato a mostrare agli operatori indiani le ultime innovazioni tecnologiche in grado di supportare la crescita dell'industria locale.


Condividi su: