L'EFSA rimanda la valutazione del rischio sui residui cumulativi di pesticidi

L'EFSA rimanda la valutazione del rischio sui residui cumulativi di pesticidi

Prorogato a giugno 2019 il completamento di due valutazioni pilota sui rischi per l'uomo connessi alla presenza di residui multipli di pesticidi negli alimenti

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

06

Dicembre
2018

La pubblicazione delle valutazioni EFSA era prevista originariamente per la fine del 2018, ma, a seguito di commenti pervenuti dai portatori di interesse, è stata posticipata:

le valutazioni complete dei rischi connessi agli effetti cumulativi dei pesticidi su sistema nervoso e tiroide dell’uomo sono ora attese per il giugno del 2019.

Il termine è stato prorogato per trattare i commenti, ricevuti tramite una consultazione pubblica, sulle modalità con cui sono stati stabiliti i gruppi di pesticidi (CAG) da considerare nella valutazione del rischio cumulativo. Inoltre la Commissione europea e gli Stati membri dell'UE hanno concordato una serie di ipotesi riguardanti aspetti di gestione del rischio da esposizione cumulativa, delle quali hanno chiesto all'EFSA di tenere conto nelle sue valutazioni attraverso il documento EFSA’s planning for publishing two technical reports on cumulative exposure assessment del DG SANTE. Tali sviluppi comportano che l'EFSA e il suo partner su questo progetto, l'Istituto Nazionale Olandese per la Salute pubblica e l'Ambiente (RIVM), dovranno rivedere la parte delle valutazioni sull’esposizione in corso di svolgimento.

Le nuove valutazioni beneficeranno del recente lavoro svolto dall'EFSA, Database of processing techniques and processing factors compatible with the EFSA food classification and description system FoodEx 2 Objective 1: Compendium of Representative Processing Techniques investigated in regulatory studies for pesticides che permette un uso più accurato dei dati sui consumi e sugli effetti dei tenori di residui generati dalla lavorazione degli alimenti.

Le valutazioni del rischio cumulativo in calendario per il giugno del 2019 includeranno anche un'analisi delle incertezze, che aiuterà le parti interessate a capire come i risultati possano essere influenzati da limiti nelle conoscenze scientifiche e dalle ipotesi usate nel processo.


Condividi su: