Italia iridata nel gelato

Italia iridata nel gelato

Al Sigep torna tricolore la Coppa del Mondo di gelateria, il campionato che ha visto la partecipazione di tredici squadre. Seconda la Spagna, terza l'Australia

Notizie dal mondo agroalimentare:
prodotti, mercati, tecnologie, processi di filiera

26

Gennaio
2016

Al Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianali di Rimini, la squadra italiana ha conquistato la Coppa del Mondo di Gelateria succedendo alla Francia che la vinse due anni fa.
La squadra italiana era composta da Luigi Tirabassi (gelatiere di Subiaco), Alberto Carretta (chef di Thiene), Antonio Capuano (pasticcere di Riccia e capitano della squadra) e Amelio Mazzella di Regnella (scultore del ghiaccio di Bacoli). Team manager della squadra il pasticcere Diego Crosara di Altavilla Viicentina.

La competizione si basava sulla preparazione di una coppa di gelato con gusti assortiti, di una torta gelato, quattro tipi di mignon di gelato al cioccolato dal peso massimo di 40g, la preparazione di tre finger food caldi da abbinare a un gelato gastronomico scelto dalla stessa squadra, una scultura di ghiaccio e uno zoccolo di ghiaccio a cui aggiungere fiori, frutta, frutta secca, verdura, spezie o altri ingredienti commestibili. E, dulcis in fundo, la novità della scultura in croccante.

Al via sono partite tredici squadre, composte complessivamente da 65 professionisti - un gelatiere, un pasticciere, un cuoco e uno scultore del ghiaccio - provenienti da Argentina, Australia, Giappone, Italia, Marocco, Messico, Polonia, Spagna, Svizzera, USA, Cile, Uruguay e Singapore.

L'Italia ha vinto il mondiale con il tema "il contrasto del mare". I piazzamenti d'onore sono andati a Spagna e Australia.


Condividi su: